I buoni progressi della medicina

                     

Le bon guide de l’hygienisme n°19 p. 16 

Dr. SHELTON’S HYGIENIC REVIEW n° 5 – vol 23

Che bei progressi della medicina dopo 25 anni. Nella lista di tutti questi progressi della scienza medica, si aggiungono numerosi FARMACI MIRACOLOSI che essa ha scoperto.

Non abbiamo più bisogno di altre malattie nel mondo, – basta polio, influenza, tubercolosi, catarri, mal di schiena, malattie interne qualunque esse siano.

La scienza medica è riuscita nel suo obbiettivo e fa passi da gigante al punto, che presto LA FEROCE MIETITRICE dovrà riporre il suo FALCETTO, poiché la scoperta di un farmaco, miracolo sovrano, avrà ora bandito tutte le sofferenze della nostra razza.

ALL’ INIZIO

All’inizio era il veleno del serpente che guariva una certa quantità di malattie.

In seguito, fu la febbre artificiale che guariva ancora più malattie.

Poi fu la scoperta della cura del sonno che prometteva di guarire quasi tutto, ma che si rivelò essere un fiasco.

Gli antistaminici dovevano eliminare il raffreddore da fieno, l’ asma e le altre malattie allergiche, ma la ciliegina sulla torta e la meraviglia di tutta questa fase di anteguerra furono i sulfamidici.

In effetti, in veste di panacea, i sulfamidici superano tutto nella storia medica, dopo il mercurio e il cognac.

Tuttavia, i sulfamidici vennero presto declassati dalla penicillina.

Dopo la penicillina, furono gli altri antibiotici, poi il cortisone e l’ ATCH che dovevano spazzare via l’ artrite.

Le meraviglie e i miracoli hanno continuato a sommergerci con una tale rapidità, che diventa arduo seguirli.

Anche i medici ed i farmacisti devono restare svegli tutta la notte per riuscire a memorizzare i nomi di questi nuovi farmaci e non restare indietro in queste novità.

Di primo acchito, l’ immagine sembrerebbe fare sorgere delle speranze.

Ma quando si leggono i rapporti l’ ottimismo se ne va.

UN DELUDENTE BILANCIO FINALE

E’ così che scopriamo con grande stupore che il raffreddore da fieno e l’ asma non sono spariti, che la tubercolosi continua ad esistere, che non è stato scoperto nessun rimedio per il raffreddore, che i numeri di casi di polio sono aumentati, che la sifilide di cui c’ era stata assicurato la scomparsa aumenta ogni giorno e che in certe città si è ripresentata come mai prima d’ ora.

In seguito scopriamo che l’ artrite persiste, e che stando alle previsioni della scienza medica non sparirà per lungo tempo.

Si è scoperto anche un aumento formidabile delle cosiddette malattie degenerative della terza età: cancro, diabete, nefrite, apoplessia, malattie cardiache, etc., e che le malattie mentali e nervose sono pure in aumento costante.

Infine, scopriamo che la paralisi e il ritardo mentale dei bambini sono molto diffusi e continuano ad aumentare.

Non si è potuto guarire nemmeno la costipazione, l’ indigestione, e i foruncoli sul viso.

DAVVERO, LA SCIENZA MEDICA HA COMPIUTO DEI MIRACOLI!

Ovunque i medici si lamentano dicendo che non conoscono la causa di questa o quell’altra malattia, che non sanno come prevenire o guarire le malattie, che hanno bisogno di miliardi per le ricerche al fine di scoprire le cause e i rimedi.

LA MOLTEPLICITA’ DEI RIMEDI SIGNIFICA…...

La molteplicità dei cosiddetti rimedi proposti dalla scienza medica per il numero necessariamente limitato di malattie, è essa stessa una prova dell’insuccesso della medicina nel trovare una soluzione autentica ai problemi posti dalla malattia umana.

Un programma semplice, conforme ai bisogni della vita che non implica l’ uso di elementi esotici e provvisori, è il bisogno urgente della nostra gente.

Fino a che continueremo a contare sui veleni della medicina, gli scalpelli e i bisturi dei chirurghi, continueremo a soffrire e a restare impotenti davanti all’aumento incessante delle malattie tipiche di degenerazione.

 IN PARADISO i servizi pubblici erano gratuiti. Il telefono gratuito. La metropolitana e gli altri autobus gratuiti. Le ferrovie gratuite. La posta gratuita. La gente non lavorava più di due ore al giorno. Le tasse erano abolite come pure il fisco. La gente non aveva più spese mediche, basta caffè, basta veleni inutili e costosi. E basta alcool e anche vino. I salari erano scesi al 20% di quelli precedenti i sindacati sciolti, privi di adesioni e di scioperi.

Gli abitanti, felici, dedicavano il tempo rimanente a opere d’ arte, di poesie, di teatro, di pittura, di scultura, di sport, alla musica e alla meditazione.

Tutti coltivavano fiori e si dedicavano agli altri.”L’ UOMO, LA SCIMMIA E IL PARADISO” – Albert Mossèri

__________________________________________________________________________

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.