I veleni possono salvare la vita?

 Le bon guide de l’hygienisme n. 45-27-17-59-55                                      

                                                Dr. H. M. Shelton

                                   dal libro NATURAL IGIENE p 464

Non è vero che le sostanze che sono velenose per la salute diventano innocue nella malattia.

Difatti, niente è cambiato nelle loro relazioni con l’organismo umano che sia in buona salute o malato.

Se è un VELENO, lo resterà sempre qualunque sono le circostanze.

SE CORRODE i TESSUTI di un UOMO SANO, CORRODERA’ anche i TESSUTI di un UOMO MALATO.

Lo SHOCK incessante dell’organismo con queste SOSTANZE INASSIMILABILI genera delle patologie innumerevoli.

IL CORPO deve mantenere uno STATO di VIGILANZA continua CONTRO I VELENI.

L’ UOMO deve liberare la sua mente dall’errore che quando è malato o quando chiama i medicinali dei rimedi e li ingurgita secondo la prescrizione del suo medico, i veleni si siano trasformati da nemici mortali che erano, in amici, pronti a servirlo in caso di bisogno.

Quando I PONTEFICI DELLA MEDICINA parlano e affermano che non esiste nessun’ altra sorgente che possa salvarci quando siamo malati, se non questa miriade di VELENI che esistono sulla terra, DOBBIAMO CONSIDERARE IL LORO ERRORE.

Migliaia di CARDIOPATICI sono UCCISI ogni anno dai MEDICINALI PER IL CUORE (veleni), che avrebbero potuto vivere parecchi anni senza questi medicinali.

La MEDICINA AVVELENA per GUARIRE, UCCIDE per SALVARE.

I SINTOMI sono i segni dello SFORZO DEL CORPO per porre rimedio alla malattia, ELIMINARLI PUO’ VOLER DIRE UCCIDERE IL MALATO.

Non esiste un solo medicinale in tutta la farmacologia che non vi renda malato quando lo prendete.

Gli ANTIBIOTICI salvano più vite dei vecchi medicinali o essi ne distruggono meno?

Gli ANTIBIOTICI guariscono più malati o ne stanno semplicemente uccidendo di meno?

Gli ANTIBIOTICI sono più curativi degli antichi veleni o meno mortali?

E’ PURA FOLLIA cercare di guarire la malattia ignorando le cause e utilizzando dei metodi che sono essi stessi delle cause di malattia.

I MEDICI conoscono l’ effetto devastatore dei loro medicinali, ma non conoscono nient’ altro per curare i malati.

Ne segue che invece di abbandonare la pratica di AVVELENARE I MALATI, cercano sempre il mezzo per attenuare le loro DEVASTAZIONI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.