Emergenza Coronavirus, vi spiego perché l’attività sportiva all’aperto è consentita senza vincoli – MARCO MORI

L’ATTIVITA’ MOTORIA e l’ATTIVITA’ SPORTIVA sono consentite dall’art. 2 lettera g) dpcm 8 marzo 2020. Per la sola attività motoria, dal 20 marzo, con ordinanza del Ministero della Salute, è previsto il requisito della prossimità all’abitazione. Ovvero la passeggiata non può svolgersi lontano da casa. Al contrario lo sport (dalla corsa al ciclismo) può essere fatto nell’intero territorio comunale. La distinzione tra attività motoria e sportiva è stata inserita in base alle definizioni dell’OMS ed è sul sito del ministero della salute: http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pu... Il link vi sarà utile per spiegare con educazione alle forze dell’ordine perché potete fare sport..

“è possibile praticare attività sportiva all’aperto. L’importante è mantenere la distanza di un metro da altre persone e evitare assembramenti. Art. 2 lett. G dpcm 8 marzo. È differente dall’attività motoria che deve essere espletata in prossimità della propria abitazione (la c.d. passeggiata). Purtroppo le forse dell’ordine non hanno ben compreso questa differenza. Se ci fermano mentre corriamo all’aperto, nei boschi, in campagna, con gentilezza va spiegato che la legge lo consente.” AVV. Conversa sulla sua bacheca