Gli errori di Frederic Patenaude, l’igienista eretico, con un piede in due scarpe – Torcellan Stefano

STEFANO TORCELLAN

Questo articolo l’ho scritto per rispondere alle falsità scritte da Frederic Patenaude nel suo articolo contro l’Igiene Naturale, pubblicato da Marco e Laura, nel loro sito Crudo&Salute, intitolato “Gli Errori dell’Igiene Naturale”. 

http://www.crudoesalute.com/igiene-naturale/

http://www.crudoesalute.com//?s=GLI+ERRORI+PARTE+SECONDA

“Da un grande potere derivano grandi responsabilità’.”- Benjamin “Ben” Parker

Cari Marco e Laura, in quasi 30 anni da igienista, io non avevo mai letto un articolo così infamante sull’Igiene Naturale, pubblicato da persone che dicono che l’Igiene Naturale è l’approccio alla salute con cui più si sentono più in sintonia.

In realtà, pubblicando questo articolo, avete dimostrato tutta la vostra fede nelle ricerche cosiddette scientifiche ufficializzate dalla mafia della sanità, e avete fatto capire che non conoscete o non avete capito fino in fondo l’Igiene Naturale.

Avete scelto di divulgare le opere del PEGGIORE TRA GLI IGIENISTI.

UN IGIENISTA che CREDE nel CONTAGIO, NON E’ AFFATTO UN IGIENISTA.

Chi non capisce la questione del contagio, non capisce la base stessa dell’Igiene Naturale, ovvero che la causa di tutte le malattie è la TOSSIEMIA.

Diciamo che invece di intitolare questo articolo GLI ERRORI DELL’IGIENE NATURALE, dovevate intitolarlo GLI ERRORI o LE BUFALE di FREDERIC PATENAUDE.

Dalle ERESIE IGIENISTICHE che ha scritto Frederic Patenaude, sembra che sia in realtà un infiltrato nel mondo dell’Igiene Naturale, al soldo della mafia della sanità, che sta cercando di smantellare l’Igiene Naturale dall’interno.

Il Dr. H. M. Shelton scrive: “A meno che gli igienisti non pensino, non parlino e non scrivano nel linguaggio Igienista continueranno a seminare la confusione.”

Gli INSEGNAMENTI dell’Igiene Naturale, non hanno affatto bisogno di essere aggiornati con le NUOVE RICERCHE COSIDDETTE SCIENTIFICHE, ovvero con le NUOVE FALSITA’ DELLA MEDICINA UFFICIALE.  L’Igiene Naturale è l’unico sistema terapeutico diametralmente opposto alla medicina ufficiale. La medicina ufficiale è un sistema di malattia, anti-terapeutico, distruttivo, al servizio dell’industria farmaceutica e quindi falso in tutti i suoi principi e concetti. Tutte le ricerche cosiddette scientifiche, che vengono ufficializzate dalla mafia della sanità, sono solo quelle che fanno vendere farmaci e vaccini. E’ RISAPUTO da igienisti, naturopati, omeopati, fitoterapeuti, macrobiotici, ecc., che il CONTROLLO dell’INSEGNAMENTO UNIVERSITARIO alla FACOLTA’ di MEDICINA è nelle MANI di BIG PHARMA e dei ROCKEFELLER ,i capi della mafia della sanità e padroni del mondo.

Quindi, come si fa a credere e divulgare le false teorie della medicina ufficiale scrivendo che l’Igiene Naturale non è aggiornata con le recenti ricerche scientifiche?

Le bon guide de l’hygiénisme n° 19 p. 11, tratto Dr. Shelton’s Hygienic Review n° 5 – vol. 29: UN BALZO IN AVANTI”, ecco una frase ben attraente che la medicina ci canta ogni tanto. I ricercatori medici spesso pronunciano un “BALZO IN AVANTI”, ma noi non vediamo mai nulla……….”

Il Dr. H. M. Shelton scrive:Tutte queste SCOPERTE di cui i giornali abbondano, non equivalgono a nient’ altro che ad ulteriori mezzi per introdurre nell’organismo umano sempre più VELENI”.

HARVEY e MARILYN DIAMOND, hanno scritto un libro sull’Igiene Naturale intitolato A TUTTA SALUTE, sulla base di una BIBLIOGRAFIA di ben 423 tra LIBRI, STUDI e RICERCHE di MEDICI e SCIENZIATI, CHE CONFERMANO I PRINCIPI E CONCETTI dell’IGIENE NATURALEPUBBLICATE SULLE PIU’ GRANDI E PRESTIGIOSE RIVISTE SCIENTIFICHE DEL MONDO: Lancet, British Medical Journal, The New Ingland Journal of Medicine, American Journal of Clinical Nutrition, Annals of International Medicine, Archives of Neurology, Journal of College Generals Practitioners, Diabetes Care, Advancers in Pediatrics, Annals of Rheumatic Diseases, Internal Medical News, Journal of Laboratory and Clinical Medicine, Polish Medical Journal, Cancer Chemotherapy Report, Clinical Research, Healt Reporter, Nutrition Research, Clinics in Gastroenterology, Journal of Biological Chemistry, Trans American Clinical Climatological Association, Nutrition Healt Review, PostGraduate Medical Journal, American Journal of Orthodontics and Oral Surgery, Preventative Medicine, Southern California Dental Association Journal, Journal of Bone and Joint Surgery, Laringoscope, Acta Allergol, e tante altre.

PERCHE’ QUESTE RICERCHE NON SONO STATE UFFICIALIZZATE?

COME POSSONO CREDERE NEL CONTAGIO QUELLI CHE SANNO CHE LE MALATTIE SONO CRISI DI DISINTOSSICAZIONE?

http://igienenaturaleortopatia.altervista.org/blog/contagio/2569-2/

L’IGIENE NATURALE NON si basa affatto su TEORIE SORPASSATE che rischiano di portare fuori strada, non esistono concetti chiave igienistici che non sono propriamente corretti o che sono completamente sbagliati…come invece ha scritto Patenaude nel suo  articolo pieno di falsità.

Il fatto stesso che le “verità” risultanti dalle cosiddette ricerche scientifiche, cambiano con il passare del tempo, dovrebbe far capire a tutti quelli che hanno un minimo di BUONSENSO, di INTELLIGENZA razionale-logico-matematica, che queste COSIDDETTE VERITA’ SCIENTIFICHE, SONO in realtà delle FALSITA’, visto che LE VERITA’ ETERNE NON CAMBIANO CON IL PASSARE DEL TEMPO.

La Dr.ssa Vivian Virginia Vetrano, la più famosa collaboratrice del dottor Shelton, giustamente scrive: “Le CURE IGIENISTICHE sono basate su un SISTEMA di VERITA’ ETERNE che sopravviveranno tanto sicuramente quanto i PRINCIPI della MATEMATICA”.

Quindi come si fa a credere alle stupidaggini scritte nei libri della medicina cosiddetta scientifica?……BISOGNA AVERE FEDE, COME PER TUTTE LE ALTRE RELIGIONI.

Le recenti RICERCHE scientifiche che, secondo l’autore dell’articolo, dovrebbero sostituire gli errori dell’Igiene Naturale: EFFETTI DEI FARMACI, RITORNO alla NATURA, CIBI PROIBITI, CONTAGIO……… NON DERIVANO AFFATTO da RECENTI RICERCHE SCIENTIFICHE.

Gli EFFETTI DEI FARMACI sono stati la base fondamentale della “SCIENZA” di ESCULAPIO, il dio della medicina nell’antica Grecia, dalla quale deriva la medicina allopatica ufficiale odierna. Quindi E’ DA TEMPI IMMEMORABILI CHE I MEDICI ALLOPATICI CREDONO CHE IN QUALCHE MODO, I FARMACI AGISCONO SUL CORPO.

Quello che ha scritto Patenaude sull’aspirina e il Prozac, fa capire che ha il cervello così pieno di scemenze istituzionalizzate, (caratteristiche dell’insegnamento universitario alla facoltà di medicina) che non resta nessun posto per il buonsenso e la logica.

FREDERIC PATENAUDE scrive: “ASPIRINA. Il dolore viene percepito nel cervello. L’aspirina lavora inibendo un enzima che produce le prostaglandine, sostanze simili agli ormoni che causano infiammazione nel corpo. L’aspirina si lega all’enzima, cambiando la sua struttura chimica e bloccando la reazione che porta a produrre le prostaglandine”.

Queste stupidaggini, Frederic Patenaude le ha lette chiaramente nelle scartoffie dei medici. Come si fa a pensare che un VELENO POTENTE, un ASSASSINO, specialmente responsabile della MORTE di BAMBINI, che è la causa della metà di tutte le MORTALITA‘ per i MEDICINALI (che sono responsabili di più casi di AVVELENAMENTO negli USA che tutti gli altri prodotti chimici messi insieme) un VELENO IRRITANTE che danneggia la MUCOSA GASTRICA (la mucosa che ricopre lo stomaco) e INTESTINALE e provoca il SANGUINAMENTO dello STOMACO e degli INTESTINI, che può causare l’ANEMIA, provocare un’EMORRAGIA GASTRO-INTESTINALE MANIFESTA, possa curare o alleviare, anche solo per un breve periodo di tempo, una malattia?

ALTRE REAZIONI CAUSATE DALL’ASPIRINA: asma, rinite, polipi nasali, artritismo, nefropatia analgesica, alterazione delle piastrine, distruzione dei globuli bianchi, encefalopatia, emostasi anormale causata da ipo-protrombinaconia, eruzione cutanea, varicella, rigonfiamento del viso, morte a causa di allergia.

JOHN BULL, l’astronauta americano, comandante nella NAVY, a causa dell‘ASMA da ASPIRINA, non andò sulla luna – Questa storia è stata raccontata nel giornale “Indipendant Press-Telegram”, in California.

Le bon guide de l’hygienisme n° 55 p. 17-18, Il Dr. H. M. Shelton scrive: “Ancora una volta, vorrei attirare l’attenzione sul fatto che l’ASPIRINA era stata UTILIZZATA regolarmente e frequentemente DA PIU’ DI 100 ANNI, PRIMA di SCOPRIRE che CAUSASSE una EMORRAGIA dello STOMACO, tra i suoi numerosi effetti collaterali. Gli esperimenti sugli animali e i test clinici limitati ad un medicinale non rivelano sempre tutti i rischi del medicinale. C’è solo l’uso prolungato ed esteso per un lungo periodo che possa rivelare i pericoli che conseguono un VELENOEd è così che un MEDICINALE “sicuro” e senza pericolo, che fu VENDUTO nelle STAZIONI e nei SUPERMERCATI, utilizzato da quasi tutti, SI E’ RIVELATO PERICOLOSO. QUANTE PERSONE MUOIONO OGNI ANNO di EMORRAGIA GASTRO-INTESTINALE manifesta a CAUSA dell’ASPIRINA? CHI LO SA?”

Questa è un’altra delle tante PROVE che fanno capire che la MEDICINA UFFICIALE NON è affatto una VERA SCIENZA, visto che cambia le proprie “verità” (falsità) con il passare del tempo.

Le bon guide dell’Hygienisme n° 28 p. 26-27-28, Il Dr. H. M. Shelton scrive: “La MEDICINA nel suo GERGO ABITUALE utilizza FRASI come “la sede dell’azione”, “l’organo mirato”, “i siti mirati”, la risposta reattiva del sito” ed altre frasi similari che non sono altro che un GERGO TECNICO e della POLVERE NEGLI OCCHI per NASCONDERE LA VERITA’ al PUBBLICO  e A LORO STESSI. E’ chiaro che il medico non ha il mezzo per dirigere il medicinale verso un cosiddetto organo mirato. D’altra parte, possiamo essere sicuri che non si possono catalogare in nessun caso tutti gli effetti secondari di un medicinale. Siccome il sangue trasporta il medicinale attraverso il corpo, tutti i tessuti sono destinati ad essere intaccati. E’ INSENSATO PENSARE che una MALATTIA possa essere GUARITA DANNEGGIANDO I TESSUTI DEL CORPO. L’EFFETTO TERAPEUTICO di un MEDICINALE è quello dell’AVVELENAMENTO”.

Le bon guide de l’hygiénisme n° 55 p. 21, Il Dr. H. M. Shelton scrive: “Ogni idea di guarire una malattia è solamente una variazione degli sforzi precedenti dei MAGHI di restaurare la salute con POZIONI e INCANTESIMI. Non c’è senso nel programma medico. Non ci sono altro che DANNI per quelli che prendono i loro VELENI”.

Le bon guide de l’hygienisme n° 62 p. 20

Il MAL di TESTA è il segno che l’organismo vitale sta per eliminare una sostanza avvelenante.

Nella rivista Le bon guide de l’hygienisme n° 58 p. 22, Il Dr. H. M. Shelton scrive: “L’ASPIRINA è conosciuta come una causa del MAL DI TESTA”

Anche il CAFFE’ è una causa di mal di testa. Ma può essere usato in alcuni casi per calmare o far scomparire il mal di testa, allo stesso modo dell’ASPIRINA. La maggior parte dei FARMACI (se non tutti) per il MAL DI TESTA, contengono CAFFEINA.

FARMACI a base di PARACERAMOLO/CAFFEINA: http://www.starbene.it/farmaci/principi-attivi/paracetamolo_caffeina

PERCHE’ per far SCOMPARIRE il MAL di TESTA VENGONO IMPIEGATI dei RIMEDI o dei FARMACI che sono essi stessi CAUSA di MAL di TESTA?

Quando si è abituati a bere caffè e si smette di berne, ciò provoca un mal di testa, che in alcuni casi può essere calmato bevendo nuovamente una tazzina di caffè. Allo stesso modo “agisce” l’aspirina sul mal di testa. Il CAFFE’ e l’ASPIRINA “agiscono” come “agisce l’EROINA sui sintomi (dolori) da astinenza dall’eroina. Il mal di testa è lo sforzo del corpo per eliminare caffeina, acido acetilsalicilico (il cosiddetto principio attivo dell’aspirina), o altri veleni simili. Si sa che gli ANTIDOLORIFICI sono una delle cause principali, se non la CAUSA più importante, del MAL DI TESTA CRONICO. I sintomi o dolori da astinenza da eroina, sono lo sforzo del corpo per eliminare l’eroina.

Gli OMEOPATI dicono che i SIMILI CURANO I SIMILI.

Gli IGIENISTI invece sostengono che I SIMILI BLOCCANO LA DISINTOSSICAZIONE DEI SIMILI.

Ora si può capire qual è il TRUCCO che sta alla base della SCOMPARSA del MAL di TESTA e dei SINTOMI (dolori) da ASTINENZA da EROINA, attraverso l’assunzione o la somministrazione di caffè, aspirina ed eroina.

Le bon guide de l’hygienisme n° 62 p. 22

LE PIANTE MEDICINALI

PERCHE’ LE PIANTE MEDICNALI SEMBRANO FUNZIONARE

T. C. Fry

Shelton e gli altri Igienisti hanno dichiarato che se una sostanza qualsiasi ha un effetto cosiddetto medicinale, allora deve essere un veleno. E’ così, perché l’effetto cosiddetto medicinale di una sostanza non è niente di più dello sforzo dell’organismo, per rigettare e resistere al veleno. Difatti, le piante medicinali e le altre medicine, al posto di essere DIGERITI ed UTILIZZATI dal corpo, sono ESPULSI. CHE COSA SIGNIFICA TUTTO CIO’? Prendiamo ad esempio un caso semplice che sembra funzionare. La MENTA che è piuttosto benigna, è utilizzata talvolta dagli erboristi contro i MAL DI TESTA. Avete mal di testa e bevete una tisana di menta. Non avete più mal di testa. La MENTA vi ha guarito?SI e NO. La maggior parte dei MAL DI TESTA originano dal TURGORE dei VASI INTERCRANICI intorno al CUOIO CAPELLUTO. Questi vasi SI GONFIANO a causa delle MATERIE TOSSICHE presenti nel SANGUE e nel CORPO, poi FANNO PRESSIONE sulle TERMINAZIONI NERVOSE. Quando si prende la MENTA, il corpo riconosce come NOCIVO l’OLIO che essa contiene. La circolazione accelera il ritmo ed il cuore batte più forte. A questo punto, il corpo tenta di eliminare le TOSSINE della MENTA più in fretta che può accelerando la circolazione per consentire l’eliminazione. L’INCREMENTO della CIRCOLAZIONE dovuta alla NATURA TOSSICA degli OLI della MENTA agisce sui VASI RIGONFI della TESTA ( vasi rigonfi a causa delle materie tossiche presenti nel sangue e nel corpo). I VASI si DILATANO affinché la circolazione possa avvenire rapidamente affinché il VELENO della MENTA possa essere ELIMINATO. Segue che il MAL di TESTA per il momento SPARISCE. ECCO in che modo il MAL di TESTA è GUARITO. Ma la MENTA HA AGITO?  NO, è il CORPO che ha FATTO TUTTO il LAVORO. Ha eliminato un veleno ed i suoi sforzi hanno OSCURATO anche i sintomi di un corpo intossicato, vale a dire, in questo caso, il MAL di TESTA. La CAUSA del mal di testa, la TOSSIEMIA, non è stata eliminata dalla menta. Le condizioni che hanno generato la tossiemia, una DIETA MALSANA e delle ABITUDINI di VITA, non sono state migliorate dalla pianta medicinale. Il MAL DI TESTA è SPARITO ma le CAUSE a MONTE PERMANGONO. La stessa cosa avviene con tutte le piante officinali: i SINTOMI sono DEPRESSI dagli SFORZI di ELIMINAZIONE che il CORPO mette in atto CONTRO questa PIANTA MEDICINALE”.

Le bon guide de l’hygienisme n° 62 p. 14

Marty Fry, trentenne moglie di T. C. Fry, cinquantenne.

“Il CORPO scatena il processo di malattia (mal di testa, sintomi da astinenza da eroina, ecc.), ma i FARMACI e le PIANTE MEDICINALI (aspirina, eroina, caffè, menta..) sabotano i suoi sforzi aggiungendo UN OSTACOLO IN PIU’ alle tossine che esso stava eliminando attraverso il processo della malattia. E poiché può gestire una quantità limitata di tossine alla volta, il corpo ARRESTA momentaneamente il processo di malattia e DIROTTA le sue energie all’eliminazione della nuova sostanza offensiva. Se il farmaco o la pianta medicinale sono tossici, se sono presi in dosi che superano la vitalità del malato o se la vitalità del malato è molto bassa, il risultato può essere l’ARRESTO QUASI TOTALE DEL PROCESSO DI MALATTIA”.

I MEDICINALI possono solo ALTERARE, DEPRIMERE e DEVIARE le FORZE VITALI

Dr. H. M. Shelton

“I medicinali occasionano in modo morboso la DEVIAZIONE dei PROCESSI stessi su cui il corpo deve contare per eliminare e restaurarsi. Ciò può DEVITALIZZARE talmente il CORPO che esso è OBBLIGATO a SOSPENDERE i suoi SFORZI CURATIVI, e i SINTOMI allora sono SOSPESI. LE MEDICINE NON SERVONO e non vengono usate in stato di salute. Esse non hanno alcuna relazione normale col corpo. Se prese oralmente o per via endovenosa in uno stato di salute, sono eliminate tanto rapidamente quanto il corpo malato ne può disporre. La reazione del corpo al veleno non cambia solo perché il corpo è malato. Una MEDICINA, infatti, non perde neanche un poco della sua TOSSICITA’ a causa di questo. Abitualmente PROLUNGA LA MALATTIA perché l’ORGANISMO riconosce la sua natura e COMINCIA immediatamente il PROCESSO di ELIMINAZIONE della MEDICINA. Nel fare questo, LA MALATTIA per la quale è stata presa, SEMBRA MIGLIORARE in quanto i SINTOMI vengono TEMPORANEAMENTE ALLEVIATI. L’organismo non può fare due cose allo stesso tempo e bene. SORGE un’EMERGENZA e SI DEVE DIMENTICARE lo STATO TOSSICO MINORE e mettersi d’accordo con la medicina; ma DOPO CHE LA MEDICINA è STATA ESCRETA, l’ORGANISMO MANIFESTA ancora una volta i SINTOMI della MALATTIA per cui essa è stata presa e si RICOMINCIA TUTTO DA CAPO”.

Le bon guide de l’hygiéniste n. 55 p. 19-20

I VELENI SONO I SOLI RIMEDI?

Dr. H. M. Shelton

<< Si cercano SOSTANZE FARMACEUTICAMENTE ATTIVE. Certo se sapessero il senso di questa espressione FARMACEUTICAMENTE ATTIVE, cesserebbero immediatamente la loro ricerca. Difatti, LE AZIONI COSIDDETTE “FARMACEUTICHE” dei MEDICINALI sono, in verità, le AZIONI di RESISTENZA e di ESPULSIONE dell’ORGANISMO VIVENTE. Sono le PROVE che queste sostanze NON SONO UTILIZZABILI, vale a dire sono VELENOSE, e che il CORPO deve SFORZARSI di ESPELLERLE per EVITARE dei DANNI. I MEDICINALI NON HANNO le AZIONI CHE SI ATTRIBUISCONO LORO, perché sono delle SOSTANZE INERTI PASSIVE che SUBISCONO L’AZIONE dell’ORGANISMO VIVENTE. Il LORO DINAMISMO è quello delle STRUTTURE VIVENTI, NON quello dei MEDICINALI che sono SENZA VITA. Ogni MEDICINALE è un VELENO e ogni NUOVO MEDICINALE un NUOVO VELENO. Importa poco che sia minerale, vegetale o che provenga dal mare o dagli animali, ogni medicinale introduce nell’organismo vivente una MALATTIA. Sono i SINTOMI della MALATTIA che i MEDICI e i FARMACOLOGI considerano per ERRORE come quelli dei MEDICINALI. La STUPIDITA’ di questi SCIENZIATI appare nella loro dichiarazione che sperano di avere un veleno estratto dalla schiuma irlandese per guarire le ulcere dello stomaco. L’IDEA stessa che la MALATTIA possa essere PREVENUTA prendendo un VELENO e IGNORANDO LA CAUSA, è talmente RIDICOLA che anche un giovane alunno sarebbe capace di scoprirne l’ERRORE. La sola spiegazione della persistenza dell’IDEA PAZZA nella MENTE degli SCIENZIATI, è che HANNO SUBITO un TOTALE LAVAGGIO DEL CERVELLO durante il processo educativo, che sono stati condizionati a tal punto che NON SONO PIU’ CAPACI DI ANALIZZARE LOGICAMENTEGli SCIENZIATI, – MEDICI, FARMACOLOGI, BIOLOGI, ecc. – continuano a credere che la malattia possa essere guarita e che le sostanze adeguate per guarirla siano quelle conosciute per provocare la malattia se introdotte in un organismo sano. Il vecchio aforisma espresso in latino “UBI VIRUS, IBI VIRTUS”, là dove c’è un veleno c’è una virtù, continua a dominare la mente pensante di quelli che si fanno chiamare scienziati. L’ IDEA è che, SE UNA SOSTANZA UCCIDE PUO’ GUARIRE. SE distrugge la salute, può restaurarla. SE produce la debolezza, aumenterà la forza. SE si oppone ad ogni funzione e struttura normale della vita, può restaurarle ad uno stato normale quando sono state alterate. NESSUNA NOZIONE TANTO ASSURDA è stata mai mantenuta dallo SPIRITO UMANO. CHE COSA SI PUO’ PENSARE di un SISTEMA EDUCATIVO che si qualifica COLLEGIO di FARMACIA e di SCIENZA? CHE COSA HANNO da VEDERE, la NEGROMANZIA, il VUDUISMO e la MAGIA con la SCIENZA? BISOGNA LASCIARE il PROCESSO del RISTABILIMENTO alle SOLE FORZE della NATURA. “

Le bon guide de l’Hygienisme, n° 59 p. 19, Fletcher Bertram, (Inghilterra ) scrive: “Alcune forme della materia sono talmente distruttrici delle strutture del corpo che le decompongono, si tratta di VELENI CORROSIVI”.

IL Dr. H. M. Shelton scrive: I soli RISULTATI PERMANENTI che derivano dall’uso dei FARMACI sono DANNI IRREPARABILI e LA MORTE”.

Questo chiaramente, quando il corpo non è in grado di eliminarli prontamente, come di solito fa. ECCO LA VERITA’

 

FREDERIC PATENAUDE scrive: “PROZAC. Molti anti-depressivi come il Prozac funzionano grazie al loro effetto sui livelli di serotonina. Bassi livelli di serotonina sono associati alla depressione e all’ansia. Con un processo complesso, il Prozac lavora incrementando la quantità di serotonina che può essere trasportata nelle cellule. Infatti il Prozac fa parte di una categoria di farmaci chiamata “Inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina” (o SSRI)”.

Frederic Patenaude, non ha capito che la MEDICINA UFFICIALE dice sempre il CONTRARIO della VERITA’ e INVENTA BALLE per far credere che i farmaci agiscono.

Nel loro libro “CIBO PER LA MENTE i dottori Saul Miller e Jo Anne Miller hanno scritto: “Quando la dieta è sbilanciata, squilibrata e innaturale, il funzionamento del CERVELLO è DISTURBATO.….diminuzioni delle prestazioni e del piacere, DEPRESSIONE, ansia, paura (nevrosi), e, qualche volta, un senso di disorientamento”.

Le bon guide de l’hygienisme n° 58 p. 26

Il Dr. H. M. Shelton scrive: “La salute del corpo è essenziale alla salute della mente per la semplice ragione che il CERVELLO è l’ORGANO della MENTE, ORGANO FISICO, ed è una parte integrante dell’organismo. Siccome il cervello è fisico e fa parte del corpo esattamente come il fegato o lo stomaco, condivide tutte le sue infermità e soffre della TOSSIEMIA GENERALE. Tutte le persone che hanno una SALUTE DEGRADATA hanno, allo stesso tempo e con gli stessi mezzi, ALTERATO il loro CERVELLO. L’UBRIACO, il DROGATO e il TRANQUILLIZZATO, soffrono tanto l’uno che l’altro, dell’ingerenza delle funzioni del cervello secondo il grado dell’intossicazione. Non c’è nessuno che ragioni che dubiti di ciò. Di conseguenza, come si può dubitare che la PERSONA TOSSIEMICA soffra anche della DEGRADAZIONE MENTALE secondo la sua intossicazione? Quando si lascia che il corpo degeneri e il suo tubo digestivo diventi una fossa settica di alimenti in putrefazione e in fermentazione, e il suo potere di funzionamento è deteriorato al punto che le funzioni della vita non possono più effettuarsi correttamente, si soffre inevitabilmente di un deterioramento mentale concomitante. Gli SCARTI PUTRIDI NON ELIMINATI, che abbiamo chiamato TOSSIEMIA, sono le FONDAMENTA di tutte le MALATTIE dell’UMANITÀ‘”.

 

Le bon guide de l’hygienisme n° 31 p. 4, tratto dalla Dr. Shelton’s Hygienic Review n° 9 vol 18:Tutti i TRANQUILLANTI sono DEPRESSIVI. La cosiddetta TRANQUILLITA’ è solamente uno STATO MENTALE e FISIOLOGICO DEPRESSIVO. E’ il primo cugino della TRANQUILLITA’ della TOMBA. Si pretende che “calmino” il paziente durante i periodi di sovreccitazione, ma quando gli stessi effetti deprimenti vengono utilizzati negli stadi della depressione, i risultati sono talvolta tragici. Difatti, il loro uso ha spinto alcuni (molti) a tentare il SUICIDIO. Erano talmente FELICI che non volevano più vivere, ma MORIRE FELICI. Tra gli “effetti secondari pericolosi” per i pazienti depressi, si cita l’INCREMENTO della DEPRESSIONE. Come è possibile per gli uomini che pretendono di essere istruiti e scientifici di CONFONDERE la DEPRESSIONE provocata da questi VELENI per uno stato di TRANQUILLITA’? I “RIFLESSI RALLENTATI” rallentati e le “ALTRE REAZIONI” provocate da queste droghe hanno risvegliato il dubbio sul PERICOLO di GUIDARE un’AUTOMOBILE dopo averle assunte. Le persone depresse diventano ancora più depresse nei loro “STATI DI QUIETE” dopo questa terapia medica. E’ stato fermato un automobilista a Los Angeles sotto l’influenza dei tranquillanti assunti prima di mettersi al volante; ciò dovrebbe dimostrare il vero carattere di questa cosiddetta tranquillità. Un altro fatto significativo che dovrebbe aiutarci a comprendere il vero carattere di questi veleni. Difatti, gli psicologi dicono che molte persone prendono attualmente queste “pillole della felicità” unicamente per dimenticare i loro problemi. Se, in passato, questi deboli si ubriacavano con l’alcol, adesso si ubriacano con la Torazina, la Reserpina, il Milltown, o l’Equanil. Queste droghe sono un mezzo per fuggire. Se si è abbastanza VILI nell’affrontare le realtà della vita, ci si ritira in una tana di oppio e si fuma dell’oppio, ci si ubriaca o si prende una pillola della felicità. Quasi tutta l’umanità fugge davanti ai problemi invece di affrontarli e di trovare una soluzione autentica”.

 

La DEPRESSIONE, come tutte le altre malattie, è causata dalla DIETA INNATURALE e dalla TOSSIEMIA GENERALE derivante, ed è chiaro che nessun VELENO può alleviarla o curarla. Il PROZAC, come tutti gli altri farmaci, è un veleno e quindi può solo far aumentare la TOSSIEMIA GENERALE e AGGRAVARE lo STATO FISICO e MENTALE del PAZIENTE. Il fatto che il PROZAC porti i pazienti al SUICIDIO, è la prova certa che causa un INCREMENTO della DEPRESSIONE, che viene scambiata dai medici per “TRANQUILLITA’.

QUINDI, se bassi livelli di serotonina sono associati alla depressione e se il prozac, che secondo PATENAUDE fa aumentare la serotonina, provoca invece un incremento della depressione, scambiata dai medici per tranquillità, allora significa che PATENAUDE (che da igienista si è trasformato, come i medici, in un pappagallo delle industrie farmaceutiche), SUL PROZAC, HA SCRITTO UN SACCO DI BALLE.

Credo di aver reso l’idea……

Legge del Dr. TRALL sulle relazioni vitali: “Tutte le volte che nell’organismo vivente si verifica un effetto o si compie un’azione quale risultato di influenze esterne, l’azione deve essere attribuita all’organismo vivente che ha un potere di azione, e non alla cosa inanimata la cui caratteristica principale è l’inerzia”. – (Non si dirà dunque che i prodotti chimici agiscono sull’organismo, ma che subiscono la sua azione).

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

La TEORIA del CONTAGIO, NON DERIVA AFFATTO DA UNA RECENTE RICERCA SCIENTIFICA, visto che è un’antica SUPERSTIZIONE popolare, che è stata ufficialmente accettata come il fondamento della medicina allopatica e della microbiologia verso la fine del 19º secolo in Europa, intorno al 1870, dopo l’invenzione, di sana pianta, della TEORIA MICROBICA di LOUIS PASTEUR che IN PUNTO DI MORTE, RIPUDIO’ L’ESSENZIALE DELLA SUA TEORIA , dicendo: “Aveva ragione Claude (Claude Bernard), IL TERRENO E’ TUTTO, IL MICROBO E’ NIENTE“.

 

In quelle che PATENAUDE ha definito ESPERIENZE che gli hanno fatto capire (erroneamente) che il CONTAGIO esiste, in realtà, non ha saputo riconoscere e collegare i NESSI IMPORTANTI relativi a questo argomento, e non è riuscito così, a guardare oltre allILLUSIONE, all’IMMAGINAZIONE e alla SUPERSTIZIONE, facendosi così ABBINDOLARE DALLE APPARENZE, a causa delle sue credenze nella falsa TEORIA MICROBICA di PASTEUR (che Pasteur stesso ripudiò in punto di morte), adottata furbamente dalla religione medica, per vendere vaccini e farmaci, CHE HA FATTO PERDERE A PATENAUDE, se mai l’ha avuta, LA SUA CHIAREZZA IGIENISTICA.

FREDERIC PATENAUDE, scrive:

A chiunque è capitato di entrare in contatto con una persona influenzata e di ammalarsi subito dopo.

Tipicamente lo schema è il seguente:

E’ da un po’ di tempo che non ti ammali

Le persone attorno a te possono anche essere ammalate, ma tu stai bene

Dopo aver passato un po’ di tempo in un luogo affollato con molte persone malate, un tuo familiare o un’altra persona con cui vivi a stretto contatto si prende l’influenza

Il giorno dopo, ce l’hai anche tu.”

 

A me non è mai successa una cosa del genere da quando sono igienista, ovvero da quasi 30 anni. Vivo in casa con degli onnivori che si ammalano diverse volte all’anno, ma io non mi sono mai ammalato della loro stessa malattia subito dopo di loro, né il giorno dopo, né giorni dopo, né settimane dopo….

Per andare al lavoro, faccio i viaggi in automobile, tutti i giorni dell’anno, con dei miei colleghi di lavoro onnivori, che, prima uno e dopo l’altro, manifestano raffreddori, bronchiti, febbri, ecc. ma ormai lo sanno bene anche loro, e potrebbero testimoniare, che io non ho mai “preso” le loro malattie.

IL PRIMO COLPITO di ogni EPIDEMIA, è la PROVA MATEMATICA che le malattie non sono trasmesse da una persona all’altra attraverso microrganismi e virus contagiosi.

Se IL PRIMO COLPITO non ha “preso” la malattia dal colpito numero zero visto che il colpito numero zero non esiste, è logico e matematicamente certo che neanche il secondo colpito ha “preso” la malattia dal primo colpito, ecc.

Sapendo che IL PRIMO COLPITO di un’epidemia non ha certamente “preso” la malattia dal colpito numero zero, come si fa a pensare e/o credere che il secondo colpito possa aver “preso” la malattia dal primo colpito?

La MATEMATICA NON E’ UN’ OPINIONE.

Nel suo libro “Assistenza Igienica ai Bambini”, il Dr. H. M. Shelton scrive:

p. 306

Provate a chiudere per un attimo gli occhi, e tornate con la mente al tempo in cui si viveva nel paradiso terrestre, quando il primo uomo e la prima donna, iniziarono a popolare la terra. COME CI SI SPIEGA allora IL PRIMO CASO DI MORBILLO? Prima di ADAMO questa malattia non esisteva, e non si poteva certo contrarla da un altro essere umano! Come fece questa PRIMA VITTIMA a rimanere contagiato? O, se preferite, come fece la malattia a contagiarlo?

p. 305

I MIEI BAMBINI furono RIPETUTAMENTE A CONTATTO CON ALTRI AFFETTI dalle COSIDDETTE MALATTIE INFETTIVE, con alcuni di questi essi CONDIVIDEVANO persino il SONNO, EPPURE non hanno MAI CONTRATTO ALCUNA MALATTIA.”

Il Dr. Arthur M. Baker (medico, autore dell’articolo “Svelato il Mito del Contagio”) scrive: “Se individui sani riescono a conservare la loro salute anche nel bel mezzo di “malattie epidemiche”, risulta evidente che la teoria del contagio è sbagliata“.

Il “CONTAGIO”, tuttavia, è uno dei MITI della MEDICINA, poiché le SCORIE TOSSICHE NON POSSONO ESSERE TRASMESSE DA UN CORPO all’ALTRO ATTRAVERSO il NORMALE CONTATTO. LE MALATTIE CONTAGIOSE sono un’INVENZIONE, poiché NESSUNO PUO’ PASSARE AD ALTRI la PROPRIA MALATTIA, NON PIU’ DI QUANTO POSSA TRASMETTERE la PROPRIA SALUTE.”

Il Dr. Giuseppe De Pace, chirurgo ortopedico ospedaliero che lavora all’ospedale Monaldi di Napoli, scrive:

“Cambiando dentro sono cambiato fuori, HO MODIFICATO COMPLETAMENTE LA MIA ALIMENTAZIONE (eliminando la carne e gran parte delle proteine animali, immettendo sostanze essenziali e non raffinate, combinando bene gli alimenti). Ho sempre sofferto di INFLUENZA e RAFFREDDORI FREQUENTI specie nella stagione invernale, e mi è stato sempre obiettato che ero un soggetto linfatico” perché nato pre-termine e quindi non avevo sviluppato bene il sistema immunitario! OGGI io NON SOFFRO PIU’ di RAFFREDDORE o INFLUENZA, anche stando a contatto con soggetti influenzati, io NON PRENDO PIU’ NIENTE (…ma allora LA TEORIA SUI GERMI di PASTEUR forse NON E’ MOLTO ESATTA!!) e mi sento pieno di energia e vitalità”.

 

Il Dr. H. M. Shelton scrive:

Le COSIDDETTE MALATTIE INFETTIVE sono in realtà degli sforzi del corpo per rigettare determinati tipi di tossine, veleni, ecc., per ripulirsi. Le MALATTIE di CARATTERE ERUTTIVO rappresentano il potere di eliminazione del nostro corpo attraverso la pelle.

Albert Szent-György scrive: LA SCOPERTA consiste nel vedere ciò che tutti hanno visto e nel pensare ciò che nessuno ha pensato”.

 

 

VALENTINO, il figlio di mio cugino Franco, che abita dietro la casa dei miei genitori a Burano, E’ NATO CON LA VARICELLA all’ospedale di Venezia. A Burano, NON C’ERA NEANCHE UN CASO di VARICELLA prima che Valentino nascesse, e non c’erano casi di varicella NEANCHE all’OSPEDALE di Venezia dove è nato. I medici non hanno saputo dire a mio cugino Franco e a sua moglie qual è stata la causa della varicella di Valentino.VALENTINO, non ha “contagiato” nessuno all’ospedale di Venezia e nemmeno a Burano.

GIANPAOLO, che abita in un appartamento al quinto piano della palazzina dove abito io, era a letto da tre settimane con la VARICELLA, ormai sembrava guarito, quando ad un certo punto, il suo corpo ha iniziato un altro processo di disintossicazione, la SCARLATTINA. DA CHI L’HA PRESA? E’ chiaro, DA NESSUNO,…. dimostrando così, la TEORIA DEL PRIMO COLPITO.Nessun bambino, o adulto, che viveva nella mia palazzina è stato contagiato daGianPaolo o dai suoi genitori “che si portavano a presso i virus del figlio”.

A p. 312 nel suo libro Assistenza Igienica ai Bambini”, il Dr. H. M. Sheltonscrive: “Nel suo libro Gli alimenti del bambino” il Dr. Harry Clements ci racconta una storia che fece il giro di tutti i giornali inglesi. Essa racconta di un caso di TUBERCOLOSI curato grazie all’insorgere della VARICELLA. I medici inglesi spiegarono, che i GERMI della VARICELLA avevanoDISTRUTTO QUELLI della TUBERCOLOSI e che dalla BATTAGLIA TRA I DUE GERMI il paziente ne aveva ricevuto giovamento. Esiste un grosso pericolo: “L’ ESSERE SCIENTIFICAMENTE IGNORANTI PER UN ECCESSO DI SCIENZA.”

SARA, mia nipote, figlia di mia sorella, ha avuto la ROSOLIA senza che ci fosse un altro caso di rosolia nel suo paese e nella sua scuola. Anche in questo caso, SARA NON HA SCATENATO UN’ EPIDEMIA, nemmeno a casa sua. Infatti mio papà, che in quel periodo faceva da babysitter a mia nipote Sara, non si è ammalato di rosolia nonostante non l’avesse mai avuta, e non si sono ammalati di rosolia neanche mia sorella, suo marito, e Luca (fratello di Sara), che non l’avevano mai avuta.

SERENELLA KOPSCH (luglio 2017) scrive: “Mia figlia è stata la PRIMA COLPITA di VARICELLA ad aprile, nessun caso segnalato. La prima mia figlia. Facciamo homeschooling quindi siamo sempre in giro ed in contatto con randi e piccoli, ma nessuno si è mai ammalato, né prima né dopo….”

PERCHE’, CASI SPORADICI DI MALATTIE, NON SI TRAMUTANO IN EPIDEMIE ?

 

A p. 35 nel suo libro L’ ORIGINE DELLE MALATTIE”, LUIGI CAPASSO, famoso paleopatologo, antropologo medico, scrive: 

p. 35

“Nel 1875 nell’ISOLA di STROMO (arcipelago delle Faraoer) la SCARLATTINA assente da 57 anni, COLPI’ SOLTANTO IL 38% della popolazione. I soggetti sopra i sessant’anni furono colpiti raramente.”

Dopo 57 anni che la varicella era assente nell’isola di Stromo, da chi ha preso la varicella il PRIMO COLPITO di quel 38% di isolani che si sono ammalati di varicella? Chiaramente da nessuno!

 

 

Tratto dalla rivista Le bon guide de l’hygienisme” n° 57 p. 21 di Albert Mosseri

ESPERIMENTI NEI CAMPI DELLA DETENZIONE NAVALE

Durante l’EPIDEMIA D’INFLUENZA del 1918-1919, su 68 VOLONTARIdell’US Naval Detention Training Camp sur Deer Island. Si inoculò a diversi gruppi di volontari il BACILLO di PFEIFFER, proveniente da culture pure, con le secrezioni dei passaggi respiratori e con il sangue preso da un caso tipico di influenza. Si era spennellata e vaporizzata la gola e il naso di 30 UOMINI. SI RIASSUNSE IL RISULTATO DI QUESTI ESPERIMENTI IN QUESTI TERMINI: “in nessun caso, si è potuto produrre un attacco di influenza, in nessuno dei soggetti. DIECI altri UOMINI, erano stati posti al capezzale, di altri 10 nuovi casi di influenza, e sonorizzasti 45 minuti con essi. OGNI UOMO SANO, aveva difronte a lui, 10 uomini ammalati che tossivano sulla sua faccia.RISULTATO? NESSUNO DEI VOLONTARI aveva sviluppato i sintomi dell’influenza dopo l’esperimento” ESPERIMENTI SIMILI A San Francisco e a Filadelfia, al Camp Pike ed in altri luoghi, hanno dimostrato che I MICROBInon possono causare la malattia che sono supposti causare. Il Dr. BEDDOW ha scritto sul Medical Journal World:

“Sono pronto a confessare scientificamente, con dei fatti, cheIN NESSUN CASO SI E’ PROVATO CHE UN MICRORGANISMO E’ LA CAUSA SPECIFICA DI UNA MALATTIA”.

Il Dr. THOMAS POWELL, che morì in California a 80 anni qualche anno fa, è colui che ha preso più microbi di qualsiasi persona.

Aveva SFIDATO i suoi colleghi medici di produrre una sola malattia inoculandogliela con dei microbi. Per anni, i microbi del colera, della peste bubbonica e microbi di ogni genere furono inoculati nel suo corpo e nei suoi alimenti. Più di una volta la sua gola era stata spennellata con i microbi della difterite, ma a dispetto di tutti gli sforzi NON SI E’ POTUTO PRODURRE UNA SOLA MALATTIA IN LUI.

 

E’ celebre il tentativo del Dr. WAITE di UCCIDERE il colonnello PECK.

WAITE aveva nutrito la sua vittima con le colture di tutti i microbi più mortali conosciuti, che dovrebbero causare la malattia, ma il colonnello PECK non sembrava esserne infettato nemmeno un po’. E INFINE, WAITE era stato costretto a ricorrere al CLOROFORMIO e al CUSCINO per uccidere la sua vittima.

 

Il Dr. MAX JOSEPH von PETTENKOFER (1818-1901), microbiologo, professore di batteriologia all’università di Vienna, chiese a ROBERT KOCH, che nove anni prima aveva isolato il BACILLO DEL COLERA, di inviargli un campione delle sue colture vibrionali, KOCH glielo inviò.

Qualche giorno dopo il Dr. PETTENKOFER sorprese la sua classe BEVENDO UN MILIONE DI BACILLI VIVENTI del COLERA davanti ai suoi studenti sbalorditi.

Il giorno seguente informò il Dr. Koch che nonostante avesse ingerito tutti i suoi bacilli del colera era rimasto in ottima salute. Aveva 74 anni.

Nove anni più tardi SI SUICIDO’ con una revolverata alla tempia.

Il SUICIDIO di von PETTENKOFER segnò la FINE dell’ ULTIMA RESISTENZA CONTRO LE TEORIE DEI ” CONTAGIONISTI”, poi elaborate nella cosiddetta “Teoria dei Germi”.

Il fatto che PETTENKOFER non sviluppò il COLERA, è ancora oggi, per la medicina ufficiale, UN’ ENIGMA senza spiegazione.

A pag. 375 nel suo libro “Assistenza Igienica Ai Bambini”, Il Dr H. M. Shelton scrive:“ In un articolo di una pagina, sul New Evening Graphic, SFIDAI I MEDICI, a farmi contrarre IL TETANO, incidendomi in 12 parti del corpo e strofinandomi della terra su ogni ferita. IL DIRETTORE DELL’ UFFICIO D’ IGIENE, mi rispose evasivamente sul giornale locale, ignorando la mia sfida. NON VOLEVA CHE IL SUO ALIBI FOSSE MESSO IN DISCUSSIONE DA UN ESPERIMENTO.

La teoria dei microbi è diventata un antidoto alla riflessione, ha servito bene la pigrizia dello spirito ed è diventata un ostacolo al progresso nella scoperta della causa o delle cause delle malattie.

Occorre perpetuare il MITO. Quello del CONTAGIO, quello del microbo malefico agente causale della malattia, per VENDERE a tonnellate le ILLUSIONI FARMACEUTICHE.”

 

Nel GUYTON’S TEXBOOK of MEDICAL PHYSIOLOGY, c’è scritto chiaramente che i cosiddetti VIRUS sono GENOMI, ovvero teste mitocondriali della cellula, in pratica FRAMMENTI CELLULARI MORTI.

E visto che i morti, a parte Gesù, non possono resuscitare, è logico e matematicamente certo che i cosiddetti virus non possono attaccare le persone e causare le malattie.

La TEORIA del CONTAGIO, NON DERIVA AFFATTO DA UNA RECENTE RICERCA SCIENTIFICA, visto che è un’anticaSUPERSTIZIONE POPOLARE, che è stata ufficialmente accettata come il fondamento della medicina allopatica e della microbiologia verso la fine del 19º secolo in Europa, intorno al 1870, dopo l’invenzione di sana pianta dellaTEORIA MICROBICA di LOUIS PASTEUR.

Lo stesso PASTEUR RIPUDIO’ L’ ESSENZIALE DELLA SUA TEORIA sul letto di morte: “Aveva ragione Claude (alludeva a Claude Bernard), il terreno è tutto, il microbo è niente”.

CLAUDE BERNARD (1813-1878), era fisiologo, professore al Collegio di Francia.

A pag. 40 nel suo libro “STUDI SULLA BIRRA”, PASTEUR ha scritto:

“In uno stato di SALUTE, il CORPO degli animali è CHIUSO all’introduzione dei GERMI ESTERNI.”

Se i microbi entrano nel corpo solo se non è sano, vale a dire malato, allora come si sviluppano le malattie?

E’ stato proprio PASTEUR a provare che sono I VELENI LA CAUSA DELLE MALATTIE E NON I MICROBI.

LOUIS PASTEUR ha utilizzato preparazioni ottenute da tessuti di animali malati iniettandole poi in animali sani rendendoli a loro volta malati.

Questo HA DATO L’ APPARENZA CHE I GERMI CAUSINO LA MALATTIA quando in realtà queste PREPARAZIONI eranoESTREMAMENTE VELENOSE.

Questa non è una procedura scientifica, ma DIMOSTRA semplicemente il fatto che SI PUO’ FAR AMMALARE QUALCUNO AVVELENANDO IL SUO SANGUE. Confermando così la teoria della Tossiemia del dottor John Tilden, ovvero la teoria base dell’Igiene Naturale.

Ma anche questi STUDI di PASTEUR, sono stati furbamente INSABBIATI dalla mafia della sanità, per ovvi motivi economici.

Basandosi sulla sua teoria dei microzimi, ANTOINE BECHAMP (1816-1908)diede enfatici avvertimenti contro l’invasione diretta ed artificiale del sangue.

Nel suo libro Infection and Resistance”, il Dr. HANS ZINSSER (1878-1940 ), ad Harvard, una delle più note autorità nel campo della batteriologia e della sierologia, dice: “Una vera infezione, vale a dire L’ INVASIONE di una specie da parte di individui di un’ altra specie e la capacità di quest’ultima di moltiplicarsi e di funzionare nei complessi cellulari della cellula precedente (invasa), tale infezione è un PROCESSO CHE NON CORRISPONDE AI PIANI ORDINARI DELLA NATURA.” 

In effetti, JOHANN CHRISTIAN REIL (20 febbraio 1759, Rhauderfehn – 22 novembre 1813), medico tedesco, fisiologo, anatomista e psichiatra, docente nelle università di Halle e Berlino,  ha indicato che una MASSA DI UOVA DI RANE non può essere invasa finché sono VIVENTI, sebbene le acque nei dintorni brulichino di batteri di ogni tipo. Ma APPENA una tale massa SMETTE DI VIVERE diventa immediatamente la preda dell’INFEZIONE BATTERICA. La stessa situazione è illustrata dalla rapidità con la quale I BATTERI INVADONO IL CORPO DOPO LA MORTE.

Il fatto che i batteri non possano penetrare nei tessuti sani dimostra che essi non possono essere la causa scatenante delle malattie.

LOUIS PASTEUR (1822-1895) sosteneva la teoria del monomorfismo(mono= uno e morph= forma) ogni microbo ha una sola forma.

I microbi provengono da fuori del nostro corpo.

LA MORFOLOGIA DEL MICROBO DETERMINA IL TIPO DI MALATTIA.

Microbi specifici causano malattie specifiche.

ANTOINE BECHAMP (1816-1908) sosteneva la teoria del pleomorfismo(pleo = molti e morph = forma,), un microbo può assumere qualunque forma, spora, batterio, bacillo, lievito, fungo, muffa, ecc., e modificare la propria funzione, a seconda dell’ambiente in cui vive.

I microbi provengono dai microzimi presenti all’interno di ogni cellula del nostro corpo.

IL TIPO DI MALATTIA DETERMINA LA MORFOLOGIA DEL MICROBO E NON VICEVERSA.

Non esistono microbi specifici che causano malattie specifiche.

ENDOGENA ED ESOGENA SONO DUE TEORIE DIAMETRALMENTE OPPOSTE, INCONCILIABILI come il bianco ed il nero, il giorno e la notte, il fuoco e l’ acqua.

UNA ESCLUDE L’ ALTRA.

Una è la teoria di PASTEUR (esogena).

L’ altra è la teoria di BECHAMP (endogena).

CHI DICE IL VERO ?

UNO SOLO, L’ ALTRO MENTE: NON ESISTONO DUE VERITA’.

Il biologo ANTOINE BECHAMP (1816-1908), contemporaneo di Pasteur, spiegò chiaramente come l’idea del CONTAGIO non sia che un MITO.

Oltre che da Bèchamp (1816-1908), CIO’ E’ ESPOSTO in modo particolareggiato, nel voluminoso “Constitution des organismes animaux et végétaux, causes des maladies qui les atteignent” (“Costituzione degli organismi animali e vegetali, cause delle malattie che li colpiscono”) (Editions du Laboratoire de physiologie génerale, 3 voll., Parigi 1926, 1936, 1946) del dottorJEAN TISSOT (professore onorario di fisiologia generale al museo nazionale di storia naturale di Parigi ) e negli scritti del dottor YVES COUZIGOU (1910-1989) editi in riviste che non seguono la scia del conformismo in fatto di medicina.

Le opinioni di questi tre scienziati: Bèchamp, Tissot, e Couzigou, sono felicemente condensate da ANDRE’ PASSEBECQ (1920-2010), nel migliore dei suoi scritti: “COURS DE PSYCOSOMATIQUE NATURELLE”.

Gli studi del grande scienziato ANTOINE BECHAMP, con la teoria dei Microzimi (1816-1908), sono poi stati confermati dagli studi di GUNTHER ENDERLEIN (1872-1968) con la teoria degli endobionti, e da quelli di GASTON NAESSENS (16-3-1924), il più boicottato scienziato della nostra epoca, con la teoria della somatide.

GASTON NAESSENS è famoso per l’ invenzione del SOMATOSCOPIO, un microscopio derivato da quello di Royal Raymond Rife avente le seguenti caratteristiche:

30.000 ingrandimenti X, risoluzione di 150 angstrom, senza nessuna preparazione del vetrino e colorazione.

Il SOMATOSCOPIO permette di studiare il sangue fresco e vivo (ciò che non possono fare i microscopi elettronici) dando la possibilità di vedere la SOMATIDE (endobionte, microzima) in movimento in tutte le sue forme.

TUTTI QUESTI SCIENZIATI hanno riconosciuto che alla base dell’ attività batterica c’ è LA PIU’ PICCOLA PARTICELLA DI MATERIA VIVENTE che ogni uno di loro ha chiamato in modo diverso: MICROZIMA,(enzima immortaleENDOBIONTE (simbionte vivente in un substrato ospitante), SOMATIDE, (costruttore del corpo, da soma=corpo e tidos=costruire).

SONO STATI LORO A DIRE CHE:

I BATTERI provengono dai MICROZIMI presenti all’interno di ogni cellula del nostro corpo e non da fuori del nostro corpo come diceva Louis Pasteur.

All’INTERNO DELLE CELLULE ci sono i MICROZIMI, le più piccole particelle di materia vivente che alla morte della cellula SI TRASFORMANO IN BATTERI per decomporre la cellula e dare modo al corpo di eliminarla.

I MICROZIMI (endobionte, somatide), ALLA NOSTRA MORTE si trasformano in batteri e decompongono il nostro corpo nei suoi componenti o elementi di base: ossigeno, idrogeno e carbonio, perché possa essere eliminato dalla superficie terrestre.

I MICROZIMI vivono in armonia con il corpo in una RELAZIONE SIMBIOTICA o MUTUAMENTE BENEFICA.

I MICROZIMI sono PRESENTI IN TUTTE LE SOSTANZE ORGANICHE, che siano animali, vegetali o umane e NE SONO ALL’ORIGINE, essi POSSONO ASSUMERE QUALUNQUE FORMA,spora, batterio, bacillo, lievito, fungo, muffa ecc., E MODIFICARE LA PROPRIA FUNZIONE A SECONDA DELL’ AMBIENTE IN CUI VIVONO.

I MICROZIMI, vivono da soli, SONO LA FONTE STESSA DELLA VITA e sono IMMORTALI.

I MICROZIMI sono i PRECURSORI del DNA, dunque dei geni, SE LA LORO CAPSULA E’ DANNEGGIATA O ASSENTE DIVENTANO VIRUS (materia morta, frammenti cellulari morti).

I MICROZIMI sono dei CONDENSATORI di ENERGIA COSMICA(universale, divina) che trasmettono informazione alla materia, ne sono quindi i mattoni base.

I MICROZIMI costituiscono il legame tra lo spirito e la materia fisica. Non è forse la stessa definizione dell’ANIMA?

-Tutti gli ESSERI VIVENTI derivano dai MICROZIMI e ritornano ad essere MICROZIMI.

I BATTERI SI MOLTIPLICANO per neutralizzare l’aumentata quantità di tossine cambiando anche la loro forma e la loro funzione. (I batteri decompongono le tossine per dare la possibilità al corpo di assorbirle nella circolazione sanguigna ed eliminarle attraverso gli organi di eliminazione).

Il BATTERE, COMPIUTA L’ OPERA di decomposizione, TORNA alla sua forma iniziale di MICROZIMA (endobionte, somatide) e RIENTRA nel terreno dove è componente primario O TORNA nella natura dove lo si ritrova dopo milioni di anni.

LA FERMENTAZIONE è il risultato del processo di digestione di microrganismi.

I GERMI ripuliscono il sistema.

La dottoressa GUYLAINE LANCTOT, nel suo libro “LA MAFIA DELLA SANITA’” (macro edizioni), ha dedicato diversi capitoli sulla questione del CONTAGIO:

-A pag. 173 PASTEUR…O BECHAMP? Due teorie.

-A pag.174 Due uomini

-A pag.175 Due sistemi di valore

-A pag.177 MA NON DUE VERITA’

-A pag. 178 Perché questo accanimento assassino?

-A pag. 179 DA BECHAMP A NAESSENS

-A pag, 180 Una vera risposta: la SOMATIDE (microzima).

-A pag. 180 Un vero esame il SOMATOSCOPIO

-A pag. 182 LA SCELTA TRA PASTEUR E BECHAMP

La dottoressa GUYLAINE LANCTOT, (canadese), per 25 anni ha praticato la sua professione collaborando in diverse occasioni con le industrie farmaceutiche.

Dopo questo libro è stata CITATA IN TRIBUNALE più volte dalle ditte farmaceutiche.

 

L’ EVOLUZIONE DELLA TEORIA MICROBICA è legata alla figura di un grande scienziato, Il Dr. ROBERT KOCH (1843-1910), nato in Germania, che studiò i batteri in rapporto alle diverse malattie.

Il risultato delle sue analisi portò alla formulazione dei REQUISITI FONDAMENTALI nel rapporto esistente fra CAUSA ED EFFETTO.

Le sue osservazioni, divennero famose come POSTULATI DI KOCH (1884).

Il Dr. ROBERT KOCH è un altro grande scienziato che si era opposto alla teoria del contagio.

NON ESISTE ALCUN MICROBO CHE CHE SODDISFI TUTTI E QUATTRO I POSTULATI DEL Dr. KOCH.

Il Dr. H. M. SHELTON scrive:

DURANTE PIU’ DI 60 ANNI DI STUDI INTENSIVI SULLA TEORIA DEI MICROBI non si è trovata nessuna malattia che possa essere di origine microbica e nessuna che possa essere guarita secondo la teoria dei microbi.

I PRETESI MICROBI, causa della malattia, NON SI TROVANO NE’ in quelli che NON hanno la malattia, NE’, SPESSO, in quelli CHE HANNO effettivamente la malattia.

La presenza di una CAUSA SENZA LA SUA MALATTIA e l’esistenza della MALATTIA SENZA LA SUA CAUSA significa che ci sono delle CAUSE SENZA EFFETTI e degli EFFETTI SENZA CAUSE.

All’infuori della scienza medica, da nessuna parte tali cose sono possibili.

 

Nel suo libro “STORIA SOCIALE DELL’ ACQUA. RITI e CULTURE”, Milano Bruno Mondadori, 1998, PAOLO SORCINELLI, docente di Storia sociale all’università di Bologna, ha scritto:

THOMAS MC KEOWN una GRANDE AUTORITA’ nei campi dellaSANITA’ PUBBLICA e della MEDICINA SOCIALE ha compiuto uno degli studi più dettagliati della storia delle MALATTIE INFETTIVE.

Nel suo libro The Role of Medicine, Basil Blackwell, Oxford, 1979, p. 162,THOMAS MC KEOWN scrive: 

L’esperienza degli ultimi due secoli indica che le MORTI per MALATTIE INFETTIVE sono CALATE A UNA FRAZIONE DEL LORO PRECEDENTE LIVELLO SENZA ALCUN INTERVENTO MEDICO, e suggerisce che anche senza disponibilità di interventi medici avrebbero continuato a diminuire.

Il clamoroso DECLINO DELLA MORTALITA’ dal Settecento in poi è dovuto principalmente a TRE EFFETTI:

1) miglioramento dell’igiene personale

2) un grande miglioramento nell’alimentazione, (nel terzo mondo la MALNUTRIZIONE è la causa principale delle cattive condizioni di salute).

3) Miglioramento degli impianti sanitari verificatosi nella seconda metà dell’Ottocento, e introduzione di nuove misure sanitarie:

-DEPURAZIONE DELL’ ACQUA,

-UN EFFICIENTE ELIMINAZIONE DELLE ACQUE DI SCOLO,

-LA COMMERCIALIZZAZIONE DI LATTE SANO,

-UNA MIGLIORATA IGIENE DEI CIBI,

-TUTTE estremamente EFFICACI nel CONTROLLO delle MALATTIE INFETTIVE.

Oggi nel TERZO MONDO, circa un miliardo di persone è ancora privo di acqua corrente e ogni anno, per l’uso di ACQUE INQUINATE, MUOIONO quattro milioni di bambini per MALATTIE INFETTIVE.”

 

I motivi addotti dalla maggior parte degli STORICI MEDICI per ilDECLINO della MORTALITA’ per le MALATTIE INFETTIVE è ilMIGLIORAMENTO NELL’ALIMENTAZIONE e dell’IGIENE GENERALE. 

 

Un rapporto molto influente del Dott. Moises Behar, pubblicato in Wolrd World Health, spiega:

“Nei paesi che oggi sono sviluppati, la MORTALITÀ per tubercolosi, morbillo, pertosse, febbre tifoide, disturbi diarroici e varie altre infezioni HA INIZIATO A DECLINARE MOLTO PRIMA CHE VENISSERO IDENTIFICATI i relativi AGENTI MICROBICI e prima che si conoscessero specifiche misure di controllo o trattamento.Questo DECLINO è avvenuto in parallelo con il MIGLIORAMENTO delle GENERALI CONDIZIONI di VITA e soprattutto con il MIGLIORAMENTO dell’ALIMENTAZIONE.

Il morbillo comune o la diarrea, disturbi innocui e di breve durata tra i bambini ben nutriti, sono solitamente gravi e spesso fatali tra quelli cronicamente malnutriti , in pratica ogni bambino, in qualsiasi paese, manifestava il morbillo, ma l e MORTI avvenivano 300 volte più spesso nei PAESI più POVERI che in quelli più RICCHI.

Il rapporto conclude:

“Per il momento, il ‘VACCINO PIÙ EFFICACE’ per la maggior parte delle comuni infezioni diarroiche, respiratorie o di altro tipo È UNA DIETA ADEGUATA.”

La malnutrizione indebolisce l’organismo e lo predispone al rallentamento del metabolismo e quindi all’accumulo degli scarti metabolici delle sostanze tossiche ingerite attraverso cibi inadatti, acqua e aria inquinate, unici veri agenti patogeni che causano Tossiemia, causa primaria di malattia, e che se vengono eliminati dall’organismo a causa dell’indebolimento prodotto dalla malnutrizione, possono causare danni irreparabili e la morte.

 

Queste sono le PROVE che LE MALATTIE INFETTIVE NON ESISTONO e NON SONO MAI ESISTITE.

 

LA PROVA DEFINITIVA che i VACCINI non hanno contribuito nemmeno un po’ alla scomparsa delle malattie infettive, è dimostrata dal fatto che i CASI di MORBILLO e di PERTOSSE,ovvero di due malattie VACCINABILI, sono DIMINUITI con la STESSA VELOCITÀ dei CASI di FEBBRE TIFOIDE e SCARLATTINA, ovvero di due malattie NON VACCINABILI.

LE MALATTIE NON SONO INFEZIONI; SONO piuttosto PROCESSI DI PURIFICAZIONE DEL CORPO (sforzi del corpo per eliminare tossine, veleni, muco, rifiuti morbosi, materiali indesiderabili) e NON SONOPROVOCATE DA BATTERI o da “VIRUS”.

T. C. FRY

COME POSSONO CREDERE NEL CONTAGIO QUELLI CHE SANNO CHE LE MALATTIE SONO PROCESSI DI DISINTOSSICAZIONE?

Se il corpo è padrone nel suo ambito come lo è, e se controlla sempre tutto dalla nascita alla morte, allora dobbiamo guardare TUTTI I PROCESSI E FENOMENI DEL CORPO, come AZIONI CORPOREE, (decise dall’intelligenza somatica). La dimostrazione, che il corpo si disintossica in tutti i processi di malattia, è ampiamente attestata, quando tutti i casi di malattia sono posti in condizione di digiuno, con un riposo completo, rapidamente essi diventano sani. QUANDO IL CORPO FA SCATTARE E CONDUCE UN PROCESSO DI DISINTOSSICAZIONE, batteri, germi e virus non sono i padroni della situazione, né gli agenti causativi. LE TOSSINE DA ESPELLERE, sono il terreno per batteri e funghi. I batteri e i funghi, proliferano solo DOPO che il loro cibo è per loro assimilabile, non prima.. Il corpo, è sempre il PERNO nei processi di malattia e li termina quando gli obbiettivi sono compiuti. Se i microbi fossero i padroni del gioco, ovviamente non arresterebbero i loro processi distruttivi.

IL MICROBO APPARE SOLO DOPO L’ INSORGENZA DELLA MALATTIA.

In molti casi di POLMONITE, gli pneumococchi appaiono sulla scena da 36 a 72 ore DOPO l’insorgenza della malattia.

Il Dr. Hadwen stesso aveva dichiarato: “Nessuno ha mai trovato il BACILLO della TUBERCOLOSI durante i primi stadi della malattia. Certe autorità affermano, che il microbo si manifesta solamente DOPO 2 ANNI dall’inizio di questa malattia, e che IN CERTI CASI, NON LO SI TROVA NEANCHE DOPO LA MORTE.

E’ EVIDENTE che LA TUBERCOLOSI NON E’ DOVUTA AI MICROBI.

Nella rivista Physical Culture, il Dr. Fraser di Toronto Canada, descrive una serie di ESPERIMENTI effettuati tra il 1911 e 1918 per determinare se i microbi causassero la malattia. Si sono passati i PRIMI 3 ANNI (1911-1914) a cercare di sapere se il microbo appaia prima o dopo l’ inizio della malattia. Il VERDETTO FU: IL MICROBO appare DOPO LA MALATTIA. – (Le bon guide de l’hygienisme n° 57 p. 20)

T. C. FRY

“Bisogna comprendere, che tutti gli esseri umani reagiscono allo stesso modo uniforme, allo stesso tipo di veleno e non allo stesso tipo di batterio, germe, virus”.

“E’ così che un EMETICO, sarà eliminato con dei vomiti, da tutte le persone che lo ingeriranno, così come un LASSATIVO sarà eliminato dall’intestino e un DIURETICO sarà eliminato dall’apparato urinario, da tutte le persone che li ingeriranno”. Infine, il régime alimentare e le altre pratiche, che causano l’ influenza e le altre affezioni in una persona, causeranno gli stessi problemi, in tutte le persone che vivono e che mangiano nello stesso modo. CONOSCENZE ELEMENTARI E LOGICA.”

ORGANISMI SIMILI reagiscono con MALATTIE SIMILI quando sono soggetti ad INFLUENZE, CONDIZIONI o VELENI SIMILI, non significa che sono contagiosi.

“Normalmente questo significa, che quelli che sono COLPITI IN MODO ANALOGO, hanno praticato le STESSE ABITUDINI MALSANE.”

Tutti gli ESSERI UMANI REAGISCONO in MODO IDENTICO quando le CIRCOSTANZE sono IDENTICHE”.

Dr. H. M. Shelton

IL CORPO ELIMINA, UNA FORMA DI AVVELENAMENTO IN UN MODO, ed UN’ ALTRA FORMA DI AVVELENAMENTO IN UN ALTRO MODO. L’ AVVELENAMENTO AZOTATO da adito a malattie che differiscono da quelle che produce l’AVVELENAMENTO da IDRATI DI CARBONIO. Perché le persone tendono ad avere delle MALATTIE INTESTINALI in ESTATE e RESPIRATORIE in INVERNO?

Dr.ssa Vivian Virginia Vetrano

Perché non ammettere che uno STILE DI VITA IDENTICO ed un’ALIMENTAZIONE SIMILE possano esserne la CAUSA? Delle INFLUENZE CLIMATICHE possono essere anche un FATTORE SCATENANTE.

 

T. C. Fry

NESSUNA MALATTIA PUO’ ESSERE TRASMESSA ATTRAVERSO LE NORMALI AZIONI SVOLTE QUOTIDIANAMENTE, ciò che è “CONTAGIOSO” sono le ABITUDINI TOSSICHE a cui gli esseri umani si sottopongono o vengono sottoposti. E’ stato calcolato che tra sigarette, alcol, condimenti, cibi cotti, e bevande analcoliche, droghe, ecc. L’ INDIVIDUO MEDIO è abituato a circa 40 ATTI TOSSICI, che lo avvelenano giornalmente. C’E’ DA MERAVIGLIARCI, dunque, CHE con un DENOMINATORE COMUNE, come quello sopracitato, MOLTI INDIVIDUI MANIFESTINO lo STESSO TIPO di CRISI DISINTOSSICANTI e PURIFICATRICI?

——————————————————————————————————-

Attraverso lo STUDIO della FISIOLOGIA e dell’ANATOMIA COMPARATE si evince che OGNI SPECIE ANIMALE è adatta ad un determinato alimento e che l’UOMO è FRUGIVORO.

E QUESTO FA CAPIRE che la VERA CAUSA  delle MALATTIE dell’UOMO, sono gli ALIMENTI INADATTI ALLA NOSTRA SPECIE,oltre all’ARIA e all’ACQUA INQUINATE.

Tutti i PIÙ GRANDI e FAMOSI NATURALISTI della StoriaSOSTENEVANO CHE L’UOMO e i PONGIDI, le grandi scimmie antropomorfe, ora definite OMINIDI, sono FRUGIVORI:

CHARLES DARWIN, HERMANN REINHEIMER, CARL Linnèe ovveroCAROLUS LINNAEUS, che ha creato il metodo di classificazione naturale delle piante e degli animali, utilizzato tutt’ora, sebbene siano trascorsi due secoli (famoso per la nomenclatura binomia), GEORGES CUVIER (il padre della paleontologia), COLIN SPENCER, JOHN RAY, GEORGES LOUIS LECLERC, meglio conosciuto come CONTE di BUFFON, Il Dr. LOUIS D’AUBENTONUM, collaboratore di BUFFON, meglio noto comeDAUBENTON, Dr. RICHARD LEHNE, anatomista,  ALEXANDER von HUMBOLD,  RICHARD OWEN, THOMAS HENRY HUXLEY, Sir ARTHUR KEITH, ALAN WALKER, antropologo.

Dobbiamo tener conto del fatto che l’antropologo ALAN WALKER,dell’Università di John HopKins, quando studiava le impronte fossili dei denti, trovò un assortimento di diversi alimenti. Egli ribadì che I NOSTRI PRIMI ANTENATI non vissero principalmente di carne, né di semi, né di bacche, di foglie o di erba e nemmeno che fossero onnivori. Sembra che essi si sostenessero principalmente con un REGIME di FRUTTA. Non ha trovato eccezioni. OGNI DENTE fu esaminato e quelli appartenenti ad ominidi di 12 milioni di anni fa ed ereditati in linea diretta dall’HOMO ERECTUS,dimostrano che questi OMINIDI erano MANGIATORI di FRUTTA.

ALAN WALKER (published in New York Times, May 15, 1979).

Preliminary studies of FOSSIL TEETH have led an anthropologist to the startling suggestion that our early HUMAN ANCESTORS were not predominantly meat eaters or even eaters of seeds, shoots, leaves, or grassses. Nor were they omniverous. Instead, they appear to have subsisted chiefly on ADIET OF FRUIT […] NO EXCEPTIONS HAVE BEEN FOUND.[…] Every tooth examined from the HOMINIDS of the 12 million year period leading up to HOMO-ERECTUS appeared to be that of a FRUIT EATER

Studi preliminari sui DENTI FOSSILI hanno condotto un antropologo a suggerire una ipotesi sensazionale: Gli ANTENATI UMANI, in ORIGINE,non erano prevalentemente mangiatori di carne e neppure di semi, germogli, foglie o erbe. Né erano onnivori. I loro DENTI invece sembrano mostrare le tipiche caratteristiche di chi si nutriva di una DIETA a BASE di FRUTTA. […]NESSUNA ECCEZIONE TROVATA. […] Ogni DENTE esaminato appartenente agli OMINIDI del periodo da 12 milioni di anni fa FINO all’HOMO ERECTUS, è sembrato appartenere ai MANGIATORI DI FRUTTA.

JANE GOODALL, famosissima etologa e primatologa, che ha dedicato tutta la sua vita allo studio dei primati, ha scritto che prima degli anni ’60 nessun naturalista al mondo aveva osservato in Africa gli scimpanzé cacciare e mangiare carne, e che questo é accaduto dopo il disboscamento della foresta equatoriale che non ha permesso agli scimpanzé di avere sempre a disposizione il loro cibo adatto. Ha inoltre aggiunto, che nell’alimentazione odierna degli scimpanzé, la percentuale di carne non è superiore al 2% e che in certe zone dell’Africa ha osservato tribù o gruppi di scimpanzé nutrirsi di sola frutta.

Nel BIOPARCO di ROMA, i biologi addetti alla somministrazione del cibo, danno agli scimpanzé e ai bonobo solo ed esclusivamente frutta e verdura crude.

Allo ZOO di SAN DIEGO è stato dimostrato in più esperimenti che finché le scimmie hanno frutta in abbondanza non mangiano altri cibi.

Dal 1986, alla facoltà di medicina, non si insegna più FISIOLOGIA e ANATOMIA COMPARATE, chiaramente perché lo studio di queste due importantissime e fondamentali materie mette in pericolo il PRESUPPOSTO BASE della MEDICINA UFFICIALE, ovvero L’ ONNIVORISMO dell’UOMO, che elimina dalle cause di malattia, la causa più importante in assoluto, ovvero GLI ALIMENTI INADATTI alla NOSTRA SPECIE, favorendo così la TEORIA dei GERMI di PASTEUR, che fa guadagnare alla MAFIA della SANITA’ più soldi di ogni altra falsa teoria medica.

ONNIVORISMO dell’uomo & TEORIA dei GERMI di PASTEUR.

FRUGIVORISMO dell’uomo & TEORIA della TOSSIEMIA

1)

ESCULAPIO, il dio greco della medicina = MEDICINA UFFICIALE = ONNIVORISMO = TEORIA ESOGENA dei GERMI = FARMACI e VACCINI = INTOSSICAZIONE del CORPO = MALATTIA IATROGENA = SPESE per i MALATI = GUADAGNI MILIARDARI per le CASE FARMACEUTICHE e L’INDUSTRIA ALIMENTARE = AUMENTO del POTERE della MAFIA della SANITA’.

2)

IGEA, la dea della salute degli antichi ateniesi = IGIENE NATURALE = FRUTTARISMO = TEORIA ENDOGENA della TOSSIEMIA = DIGIUNO e DIETA FRUTTARIANA = DISINTOSSICAZIONE del CORPO = SALUTE = NESSUNA SPESA per i MALATI = FALLIMENTO delle CASE FARMACEUTICHE e dell’INDUSTRIA ALIMENTARE = SCOMPARSA della MAFIA della SANITA’.

ESOGENA ed ENDOGENA SONO DUE TEORIE DIAMETRALMENTE OPPOSTE, INCONCILIABILI come il bianco ed il nero, il giorno e la notte, il fuoco e l’acqua.

UNA ESCLUDE L’ ALTRA.

Una è la teoria di ESCULAPIO e della MEDICINA UFFICIALE (esogena).

L’ altra è la teoria di IGEA e dell’IGIENE NATURALE (endogena).

QUALE TEORIA E’ VERA?

UNA SOLA, L’ ALTRA E’ FALSA: NON ESISTONO DUE VERITA’.

Il fatto stesso che le “verità” risultanti dalle cosiddette ricerche scientifiche ufficializzate, cambiano con il passare del tempo, fa capire a tutti quelli che hanno un minimo di BUONSENSO e INTELLIGENZA RAZIONALE-LOGICO-MATEMATICA, che queste COSIDDETTE “VERITA” SCIENTIFICHE, SONO in realtà delle FALSITA’, visto che LE VERITA’ ETERNE NON CAMBIANO CON IL PASSARE DEL TEMPO.

Per dimostrare le sue falsità, la medicina ufficiale si avvale sempre diSTATISTICHE TRUCCATE da DILETTANTI, che mostrano SOLO NUMERI (FALSI) e NON CAUSE.

Quindi come si fa a credere alle stupidaggini scritte nei libri della medicina ufficiale cosiddetta scientifica?……

BISOGNA AVERE FEDE, COME PER TUTTE

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

Gli Errori dell’Igienismo (seconda parte)

FREDERIC PATENAUDE scrive:

L’igienismo e il richiamo alla natura…

Una delle aree in cui la filosofia igienista potrebbe avere delle pecche è “la logica del richiamo alla natura”.

Questo errore non riguarda solamente gli igienisti, ma i crudisti, gli ambientalisti, i seguaci delle diete paleo, e in generali moltissime persone nel campo della salute naturale.

Il concetto è che il nostro modo di vivere oggi dovrebbe assomigliare il più possibile al modo in cui gli esseri umani vivevano migliaia di anni fa, presumibilmente in un contesto naturale.

Ecco alcuni esempi:

L’uomo non dovrebbe mangiare NESSUN altro cibo oltre alla frutta, alla verdura e alle noci, poiché questi sono i nostri cibi naturali (perché? Basta osservare i nostri cugini moderni, gli scimpanzé, che vivono nella “natura”).

Non dovremmo mai prendere farmaci, in nessuna circostanza, dato che non sono naturali.

Non dovremmo mangiare cibi con cui non ci sarebbe possibile fare un intero pasto.

Non dovremmo trasformare il nostro cibo in alcun modo.

Il progresso e la civilizzazione sono negativi, dato che ci allontanano dal nostro stato naturale, in cui saremmo più sani e felici.

Gli igienisti non sono affatto gli unici a cadere in questo schema.

I seguaci delle diete paleo sostengono che dovremmo nutrirci di carne, frutta e verdura, evitando tutti i cereali dato che questi ultimi fanno parte della nostra dieta solamente da 10.000 anni.

Ci sono anche persone che escludono la frutta perché la ritengono troppo ibridata, convinti che l’unica frutta da mangiare sia quella selvatica.

Il “richiamo alla natura” è una corrente filosofica sotterranea che ci accompagna dall’alba della civiltà. Le persone desiderano tornare ai “vecchi tempi”, qualsiasi essi siano!”

——————————————————————————————————————–

IL RITORNO ALLA NATURA non è affatto uno schema sul quale cade l’Igiene Naturale, ma è il reale bisogno di tutti gli esseri viventi del nostro pianeta, per una salute radiosa.

Il progresso e la civilizzazione hanno portato l’uomo fuori dalla natura, dalla salute e dalla felicità. Noi esseri umani dovremmo mangiare solo il cibo adatto alla nostra specie, la frutta, senza trasformarlo in alcun modo, come fanno tutti gli animali frugivori in natura.

I cibi con i quali non è possibile fare un intero pasto, chiaramente non sono adatti alla nostra specie.

Frederic Patenaude, ha scritto, vergognosamente, che uno dei punti fondamentali di questo ritorno alla natura, dove è caduta l’Igiene Naturale, è:NON DOVREMMO MAI PRENDERE FARMACI, in nessuna circostanza, dato che non sono naturali.”.

.facendo capire chiaramente che per “curare” chissà quali malattie, bisogna prendere dei farmaci…….

A questo punto, mi piacerebbe sapere QUALI FARMACI, E PER QUALI MALATTIE………..

COME FA uno che si definisce IGIENISTA a SCRIVERE SIMILI STUPIDAGGINI?

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

FREDERIC PATENAUDE scrive:

Cibi proibiti

“L’Igienismo proibisce molti cibi. In generale, i prodotti di origine animale vengono esclusi del tutto. I cibi cotti lo sono per la maggior parte, così come i condimenti.

Shelton, pioniere dell’igienismo

Herbert Shelton escluse tutte le spezie, l’aglio, le cipolle, le alghe e anche i funghi.

Anche diverse dottrine orientali escludono l’uso dell’aglio, delle cipolle e di spezie forti, ritenute troppo “stimolanti”.

Il ragionamento è abbastanza semplice. L’aglio e la cipolla sono troppo forti: non potresti mai fare un pasto a base di questi cibi. Essi contengono un olio irritante per il sistema digestivo.

I funghi non sono un cibo adatto all’essere umano, e contengono pochissimi nutrienti.

Le alghe sono poltiglia stagnante… ti viene forse l’acquolina in bocca di fronte a delle alghe?

Questo genere di ragionamenti suona bene sulla carta. Però la ricerca scientifica sta ora dimostrando che alcuni di questi sono benefici. Non c’è ragione di evitare delle fonti di nutrienti se, come viene ripetutamente dimostrato, promuovono la salute.

Come minimo, questi cibi non sono tossici. Se senti che li gradisci e il tuo corpo li accetta bene, senza reazioni sgradevoli, puoi decidere di utilizzarne un po’.

Quali sono state le tue esperienze con l’Igienismo (se ne hai fatte), i cibi “proibiti”, il digiuno? Condividi la tua esperienza qui sotto.”

 

 

Secondo l’igiene Naturale, tutte le spezie, l’aglio, le cipolle, le alghe e anche i funghi, non sono cibi adatti alla nostra specie e quindi inadatti a favorire la nostra salute.

La LOGICA, VUOLE CHE, i cibi che favoriscono la salute di un qualsiasi animale di questo pianeta, sono solo quelli adatti alla sua specie, e questo vale anche per l’animale uomo.

Dallo studio della FISIOLOGIA E ANATOMIA COMPARATE, si evince che l’uomo è frugivoro.

TUTTI I PIU’ GRANDI NATURALISTI della STORIA sostenevano che l’UOMO è FRUGIVORO: << Charles Darwin, Hermann Reinheimer, Carl Linnèe, ovvero Carolus Linnaeus (che ha creato il metodo di classificazione naturale delle piante e degli animali, utilizzato tutt’ora, sebbene siano trascorsi due secoli….famoso per la nomenclatura binomia), Georges Cuvier (il padre della paleontologia), Dr. Richard Lehne, anatomista, Colin Spencer, John Ray, Georges Louis Leclerc (meglio conosciuto come Conte di Buffon), Il Dr. Louis D’Aubentonum (collaboratore di Buffon, meglio noto come Daubenton), Alexander von Humbold, Richard Owen, Thomas Henry Huxley, Sir Arthur Keith, Alan Walker (antropologo).”

Albert Mossèri scrive:

L’ ANIMALE che mangia gli alimenti che non gli sono destinati dalla natura, paga in salute, così come l’uomo viene penalizzato delle sue trasgressioni per aver mangiato il FRUTTO PROIBITO.

E’ così che nella Natura selvaggia, il cancro è diffuso e diversi animali soffrono l’ipertensione, indurimento delle arterie, reumatismi e numerose altre malattie.”

Le SPEZIE sono irritanti, velenose e contengono ACIDI AROMATICI.

LA CIPOLLA e L’AGLIO) contengono l’OLIO DI SENAPE, che è la sostanza che dà loro l’odore e il gusto.

L’OLIO DI SENAPE è VOLATILE e MOLTO TOSSICO, i suoi vapori sono talmente irritanti che provocano la lacrimazione degli occhi in alcuni secondi di contatto con essi.

L’ OLIO DI SENAPE, provoca inoltre l’irritazione dello stomaco e degli

intestini.

L’ OLIO DI SENAPE, è metabolizzato dal corpo in TIOCIANATO.

IL TIOCIANATO, contribuisce alla formazione del GOZZO inibendo la SINTESI della TIROXINA nella TIROIDE.

Nel suo libro “The Complete Book of Food and Nutrition”, J. RODALE cita una

serie di esperimenti effettuati dal DR. KAISER dell’università dell’Illinois,

che hanno dimostrato che il consumo di CIPOLLE può portare all’ANEMIA.

I ricercatori della facoltà di medicina del’Università del Nebraska, hanno riferito che i FUNGHI contengono IDRAZINE, sostanze CANCEROGENE. In precedenza, i Dr. BRUCE N. AMES del dipartimento di biochimica dell’Università della California aveva diffuso la notizia che i FUNGHI potessero avere effetti CANCEROGENI.

T. C. Fry, famoso igienista americano, scrive che per favorire la salute e non la malattia, un cibo deve essere privo di sostanze tossiche. Ma come abbiamo visto i sopracitati cibi consigliati da Frederic Patenaude, sono velenosi e quindi inadatti a favorire la salute dell’uomo.

Le bon guide de l’hygienisme n° 29 p. 1-2-3

 

 

Tratto dalla Dr. Shelton’s Hygienic Review n° 10 vol 39

LE ALGHE

Dr.ssa Vivian Virginia Vetrano

Le alghe non sono dei buoni alimenti per l’uomo e ne spiegheremo le ragioni.

Le ALGHE appartengono al gruppo di piante conosciute sotto il nome di THALLOPHYTE o THALLUS. Fra questi, il Phyllum appartiene alle forme inferiori dell’alga Sub Phyllum.

I FUNGHI come i BATTERI sono classificati tra le piante THALLUS.

Le alghe contengono CLOROFILLA mentre i funghi non ne contengono.

Le alghe non possiedono delle vere radici, né gambi, né foglie.

Quasi tutte queste piante vivono nell’acqua, parecchi tipi si trovano nel mare.

Gli strati sottili di materiale color acquamarina che vedete nelle acque stagnanti sono alghe.

La vegetazione scura che si trova nei suoli umidi è costituita dalle alghe. La SCHIUMA che si forma sugli stagni è fatta di ALGHE.

Le alghe che si consumano sono generalmente di colore marrone.

Molte alghe sono spesse come il cuoio e questa è una delle ragione per cui non le mangiamo. Infatti la membrana della cellula che circonda la sostanza nutritiva è abbastanza spessa da essere INDIGESTA allo stato naturale.

Si dice che certe alghe siano tenere e saporite.

L’ ODORE PUTRIDO DELLE ALGHE NATURALI

Ne ho assaggiate in un negozio di alimenti naturali e le ho trovate di gusto orribile, come di vecchio pesce morto! Solo l’odore basta per farvi fuggire una volta per tutte. E’ assurdo paragonare questo odore e gusto da pesce putrefatto a quello dei manghi, delle more, dei meloni, delle pesche, o di qualsiasi altro frutto.

In quanto alla DIGERIBILITA’ delle ALGHE, W. A. P. Black, che è citato da Rodale in The Preventing Method for Better Health, dice:

I giapponesi possiedono una flora batterica speciale che permette loro di digerire le alghe. Sembra che i bambini giapponesi nutriti con alghe fin dalla più giovane età sviluppino questo tipo di batterio necessario per digerirle. Occorre dunque molto tempo affinché l’intestino possa abituarsi a digerire le alghe.

Comunque io DUBITO che la DIGESTIONE delle ALGHE sia POSSIBILE.

Siamo ANIMALI TERRESTRI. Gli ALIMENTI NORMALI della SPECIE UMANA vengono dal GIARDINO e dal FRUTTETO. I MINERALI contenuti negli alimenti che provengono dal giardino e dal frutteto sono ADEGUATI al NOSTRO FABBISOGNO. Quando si mangiano delle sostanze o alimenti che contengono una concentrazione troppo alta di minerali, il metabolismo può essere disturbato e ciò può diventare pericoloso.

I MINERALI contenuti nelle ALGHE superano del 50% la quantità contenuta nelle PIANTE TERRESTRI; ciò prova che il metabolismo delle piante acquatiche è diverso da quelle terrestri perché la loro funzione è diversa.

La struttura generale delle piante acquatiche è diverse rispetto a quelle terrestri. Queste piante acquatiche devono vivere totalmente coperte d’acqua. Ciò cambia i processi metabolici di ogni pianta o animale. Inoltre, le piante acquatiche non hanno radice né gambo. La loro struttura microscopica è anch’essa diversa. Il loro contenuto di VITAMINE è inferiore a quello delle piante terrestri. E questo aumenta la difficoltà di elaborare l’ECCESSO di MINERALI. Infatti affinché i MINERALI possano essere utilizzati, servono delle VITAMINE e dei CO-ENZIMI per metabolizzarli all’interno delle cellule.

INCONVENIENTI DELL’ ECCESSO DI MINERALI

GLI APICOLTORI ci hanno insegnato una lezione preziosa. Hanno provato a nutrire le api con lo ZUCCHERO GREZZO ma queste sono morte! Perché? Perché la loro struttura anatomica e fisiologica non riesce ad elaborare l’eccesso di minerali contenuto nello zucchero grezzo. Gli apicoltori si sono dovuti rassegnare a nutrire le api con ZUCCHERO BIANCO dopo aver rubato loro il MIELE, il loro alimento naturale. La COMPOSIZIONE dello ZUCCHERO BIANCO si avvicina a quella del MIELE e di conseguenza non blocca i loro apparati digestivi. Nelle PIANTE ACQUATICHE ci sono TROPPI MINERALI, eccessivi per gli animali terrestri, ivi compresi gli uomini.

NON SIAMO FATTI PER MANGIARE ALGHE

Nel suo libro intitolato The Complete Book of Food and Nutrition, a proposito delle ceneri delle alghe, il dottor W. A. P. Black dice:

Le CENERI delle ALGHE possono raggiungere dal 10% a 50% dell’alga stessa. Ciò vuol dire che se bruciate delle alghe, la metà del volume è formato da resti di sali minerali.”

Adesso paragoniamo questa cifra con altri alimenti.

Le MELE lasciano lo 0,3 di ceneri minerali.

Le CAROTE lasciano l’1,1% di ceneri minerali.

Le MANDORLE lasciano il 3% di ceneri minerali.

Le BARBABIETOLE lasciano l’1,1% di ceneri minerali.

Ora, l’eccesso di minerali non può essere elaborato dal corpo senza una quantità sufficiente di vitamine.

Abbiamo bisogno di pochi minerali per una salute ottimale e se ne mangiamo più di quanto è presente nel nostro menù frugivoro, ciò costituisce un abuso che disturberà l’omeostasi e darà un lavoro supplementare agli organi di eliminazione, finendo, a poco a poco, per logorarli.

Quando il corpo non può metabolizzare i minerali ed è incapace di eliminarli, deve trovare il modo di espellerli dal sangue per riequilibrare la sua composizione chimica. Finiscono depositati in diverse parti del corpo come corpi estranei.

Il dottor Black ha ammesso che negli animali al cui menù è stata aggiunta della soda non è stato notato nessun miglioramento.

In parecchi test, nessun effetto benefico era risultato dall’aggiunta di alghe alla loro dieta.”

Notiamo d’altra parte che i pesticidi, tra cui il mercurio, vengono scaricati nei fiumi e nei mari. Nelle piante acquatiche e negli animali acquatici si registrano concentrazioni di minerali provenenti dal mare più elevate di quanto si possa immaginare.

Ne consegue che in queste piante si trovano PESTICIDI e MINERALI RADIOATTIVI in ECCESSO, perché i fiumi e gli oceani sono attualmente tutti inquinati.

Co tutti i PESTICIDI e i DISERBANTI che abbiamo nei vegetali della terra, non abbiamo bisogno di aggiungere loro quelli provenienti dal mare tramite le piante acquatiche.

Nel processo della fabbricazione delle alghe, il sale non viene tolto né lavato. Le alghe sono asciugate col sale del mare e tutto il resto.

Le persone mangiano alimenti che contengono sale da tavola, ma gli igienofili se ne astengono.

Secondo Rodale le alghe contengono degli idrati di carbonio, vale a dire dei farinacei e dello zucchero. Questo zucchero delle alghe è chiamato MANNITE. Non è molto zuccherino, ma in forti dosi provoca un effetto LASSATIVO….

Ora, il fatto che la MANNITE sia LASSATIVA dovrebbe tenerci lontani dalle alghe. Difatti, tutto ciò che provoca DIARREA è un IRRITANTE e non dovrebbe essere introdotto nel sistema.

D’altra parte, sembra che le alghe non aumentino lo zucchero nel sangue. Difatti la MANNITE NON E’ uno ZUCHERO. Dunque NON è METABOLIZZATO.

Esattamente come l’ INULINA nei TOPINAMBUR, ESCE COME E’ ENTRATO, IMMUTATO ed INUTILIZZATO.

Difatti, apprendiamo dal manuale classico GUYTON’S PHYSIOLOGY.

L’ INULINA non è riassorbita dai tubuli renali, ma E’ EVACUATA CON LE URINE. Infatti è UTILIZZATA per TESTARE la FUNZIONALITA’ RENALE. Si utilizza la MANNITE perché non è riassorbita. Il corpo non l’accetta e la scarica nelle URINE.

Le sostanze di cui il corpo ha bisogno sono assorbite.

Le sostanze di cui il corpo non ha bisogno sono eliminate con le urine, e ciò avviene fisiologicamente, trattenendole nei tubuli renali in modo che vengano evacuate con le urine invece di riassorbirle nella corrente sanguigna.

La RICERCA SCIENTIFICA è convinta da sempre che l’uomo è onnivoro, e quindi è da sempre che i ricercatori ufficiali sparano cazzate immani su alimenti inadatti alla nostra specie dicendo che sono benefici per la salute umana.

———————————————————————————————————

Altro articolo contro i principi dell’Igiene Naturale che ha scritto Frederic Patenaude

http://www.cheap-health-revolution.com/raw-food-controversies.html

THE DANGERS IN ‘RAW FOOD PURISM’/ WAITING FOR ‘TRUE HUNGER’
Patenaude followed Dr. Albert Mosseri’s purist raw food diet for a while. Mosseri had been a student of Dr. Herbert Shelton. He believed in 100% raw food, water fasting, no supplements, or condiments, including salt, spices, pepper, garlic, and onions. He rejects all grains. He recommended a fruit based diet and eating only when you feel hungry. In his summary of Mosseri’s ideas, Patenaude mentions that he also advices against eating too many fats. Mosseri was a great influence to Patenaude in his early days of raw foodism but now it seems he keeps some of the advice but also warns against the dangers of Mosseri’s approach:

“The main problem in Mosseri’s diet is the implementation. Because Mosseri is not concerned with counting calories and often recommended to wait for true hunger before eating, he created a framework that encouraged eating disorders. I know some people who took the ‘wait for true hunger’ advice literally and would wait until 2 p.m. every day before they started eating. To compensate for the lack of calories during the day, they overate all evening, which made them feel bad the next day. Every day, they continued this unhealthy cycle of fasting, followed by overeating. In my opinion, it’s better to create a stable schedule of meals and follow it as best as you can, even if that means eating without being ravenously hungry every time.”
– Raw Food Controversies, p. 48, location 687

I think this is very important. Whether the true solution to keeping the body happy and energies going is to eat enough calories (macronutrients) or enough micronutrients, I think it is important to at least get one or the other. And beginning raw foodists – before learning to read their bodies’ feelings – should definitely ensure they get both.

Although I am very careful about going step by step with raw food, transitioning slowly, and ‘listening’ to my body’s response, I also fell into this trap in the beginning. It is true that the feeling of hunger changes and it is easy to go without food for long periods of time. Then you feel lazy sometimes and can easily skip a meal. Before you know it, your energy levels decline and you start feeling the first effects of malnutrition. You can read on my early raw experiments here: “My Raw Food Journey – How I Came to Know the Good Life”

There is truth to what Mosseri says in that overeating is very harmful, but Patenaude rightfully points out how Mosseri’s advice can lead to equally dangerous under-eating. It is important to understand that under-eating becomes a lot more easy on a raw food diet and that one needs discipline to ensure one gets enough food. Perhaps the easiest way achieve this is to stick to some kind of meal plan and to count calories.

“When I experimented with Mosseri’s diet, I discovered that by waiting for true hunger, I would really appreciate the fruits I was eating, and I thought it was the best meal on the planet. Many days, I would only start eating at around noon or 1 p.m.

“In the evening though, I would get very hungry, and I would often make a massive salad or eat a giant bowl of potatoes with some lettuce.

“I found that I really enjoyed the taste of the foods I was eating (even without spices or salt), but I had trouble making the diet work. […]

“Because the diet was difficult to maintain, I would often fall off the wagon and eat some junk food. I would then pay for it the next day by feeling terrible, which led me to fast even longer, often all day, before I felt true hunger again.”

– Raw Food Controversies, p. 49, location 697