Peso Minimo di Pericolo – Peso di Sicurezza – Peso Normale – Peso Ideale

A cura di Stefano Torcellan

 

Dal Volume di Albert Mosseri: Jeúner pour revivre

Il PESO NORMALE IDEALE, si aggira intorno ai 10 kg sotto ai cm che superano il metro di altezza, ed è considerato PESO NORMALE fino a circa 20 kg sotto ai cm che superano il metro di altezza, come si evince dall’indicatore di massa corporea BMI (o rapporto peso/altezza) della SIO società italiana obesità (Roche) www.pesosalute.com

 

 

 

 

 

 

 


Molti PUGILI campioni del mondo professionisti avevano (e alcuni ce l’hanno ancora oggi), un rapporto peso/altezza di circa 20 kg sotto ai cm.

Diversi di loro avevano anche il famoso pugno da K.O, come per esempio:

THOMAS HEARNS, campione del mondo dei pesi welter (limite Kg 67,678) alto 185 cm, peso 65 Kg.

OSCAR DE LA HOIA, campione del mondo dei pesi leggeri (limite Kg 61,237 ) alto 180 cm, peso 60 Kg.

MICHAEL NUNN, campione del mondo dei pesi medi (limite Kg 72,574) alto cm 189, peso kg 71.

KELLY ROBERT PAVLIK, campione del mondo dei pesi medi (limite kg 72,574) alto cm 190, peso 72 Kg.

THOMAS HEARNS e OSCAR DE LA HOIA, con la maturità sono aumentati di peso e sono diventati campioni del

mondo in diverse categorie di peso.

—————————————————————————————————–

IL PESO MINIMO DI PERICOLO è il 60% del peso ideale, ovvero il 60% di 10 kg sotto ai cm che superano il metro di altezza.

Il PESO NORMALE IDEALE per una persona alta 170 cm è 60 kg. 

Il 60% di 60 kg è 60 : 10 x 6 = 36 Kg = PESO MINIMO DI PERICOLO per una persona alta 170 cm. 

Il PESO DI SICUREZZA è 10 Kg sopra il peso minimo di pericolo. 36 + 10 = 46 (170 cm/46 Kg)

IL  RAPPORTO PESO/ALTEZZA dipende dalla costituzione fisica, ossatura, circonferenza dei polsi e delle caviglie, larghezza delle spalle e del bacino,  muscolatura e grasso corporeo, potere digestivo, di assorbimento e assimilazione.

Il giusto rapporto peso/altezza, tempo fa, lo si poteva leggere in tutte le VECCHIE BILANCE che funzionavano con le MONETINE e che si trovavano in tutte le città d’Italia e soprattutto nelle stazioni ferroviarie.