Agricoltura, Dieta Agricola, Idrati di Carbonio (Amidi), Carie Dentale,……..Malnutrizione, Malattie Carenziali, Malattie Infettive – Prof. Luigi Capasso

L’ ORIGINE DELLE MALATTIE”

LUIGI CAPASSO

 

p. 82

Tutto sommato, l’introduzione dell’AGRICOLTURA ha drasticamente RIDOTTO LA VARIETA’ DIETETICA DELL’ UOMO e ciò ha senz’altro favorito lo sviluppo di talune MALATTIE CARENZIALI incluse le DEFICIENZE PROTEICHE e quelle di un certo numero di VITAMINE E MINERALI scarsamente contenuti negli alimenti della DIETA AGRICOLA.

LA CARIE DENTALE, è sicuramente in rapporto con una dieta più ricca di IDRATI DI CARBONIO, oggi definita come “malattia dell’alimentazione civilizzata.

p. 83

LALLO & ROSE (1979) hanno esaminato due popolazioni cronologicamente successive di ANTICHI INDIANI D’AMERICA (Spoon River Focus, 1.200 – 1300 d.C. e gli Acculturated Late Woodland 1050 – 1200 d.C.) ed hanno dimostrato che le variazioni culturali ed ecologiche dovute alla diffusione del MAIS sono correlate ad un aumento delle MALATTIE INFETTIVE e dei DIFETTI MICROSTRUTTURALI DELLA DENTATURA.

p. 84

LARSEN (1982) ha dimostrato che all’aumento della sedentarietà ed all’introduzione del REGIME AGRICOLO ha corrisposto sul PIANO PATOLOGICO una serie di CAMBIAMENTI che possono riassumersi nei seguenti tre fatti generali:

1) Notevole incremento delle MALATTIE INFETTIVE.

2) Comparsa di MALNUTRIZIONE FREQUENTE correlata alla prevalenza del MAIS nella dieta.

3) Decremento della richiesta funzionale all‘ORGANO DELLA MASTICAZIONE.

p. 288-289

LEIGH (1925), dallo studio dei crani di 4 campioni di popolazioni di INDIANI D’AMERICA (68 crani, indiani DEL KENTUCKY ,92 crani, indiani SIOUX, 9 crani indiani ARICARA e 113, indiani ZUNIS) dimostrò che l’ incidenza della CARIE DENTALE è fortemente legata alla quantità relativa ed assoluta di IDRATI DI CARBONIO presenti nella dieta.

p. 289

SCOTTe WALT, 1980, dallo studio di SCHELETRI di EPOCA PRECOLOMBIANA delle COSTE PERUVIANE, hanno dimostrato che, l’aumento della frequenza della CARIE DENTALE, è in stretta correlazione con l’aumento dei CARBOIDRATI DIETETICI.

“SALUTE E MALATTIE NELL’ EVOLUZIONE UMANA

LUIGI CAPASSO

p. 24

I PRIMATI del gruppo DRIOPITECI, …..OMINOIDEI diffusi fra 18 e 16 milioni di anni fa…QUASI SOLTANTO VEGETARIANI, con una DIETA prevalentemente composta da FOGLIE E FRUTTA, è probabile che fossero bene adattati alla loro dieta, e ciò potrebbe avere significato l’ASSENZA di PROBLEMI SANITARI legati alla SOTTOALIMENTAZIONE o alla MALNUTRIZIONE.

p. 26

AEGYPTOPITHECUS, il più antico OMINOIDEO sin’ oggi noto – vissuto attorno a 33-34 milioni di anni fa – abitava la foresta tropicale ed era una SCIMMIA STRETTAMENTE VEGETARIANA, che si nutriva di FOGLIE E FRUTTA.

—————————————————————————————————–

Arnold Ehret ha scritto: frutta e verdure a foglia verde, la dieta senza muco.

Dio disse: “Ecco, io vi do ogni erba che fa seme sulla superficie di tutta la terra, e ogni albero fruttifero che fa seme; questo vi servirà di nutrimento.”

——————————————————————————————————

p. 55

Gli AMIDI sono CARIOGENI perché, rappresentano un ottimo substrato per la proliferazione della flora batterica orale coinvolta nell’insorgenza della malattia. (teoria dell’acido lattico).

La frequenza della CARIE, ha ovunque registrato un incremento, in corrispondenza dell’adozione delle ABITUDINI AGRICOLE.

L’ AGRICOLTURA ha favorito lo sviluppo di talune MALATTIE CARENZIALI, MALNUTRIZIONE, CARIE DENTALE, MALATTIE INFETTIVE.

p. 54

FREQUENZA CARIE DENTALE IN PRIMATI VIVENTI

gorilla 0,7%,

orango 2,4%,

scimpanzé 6,7%,

gibbone?,

uomo europeo 80-95 %.

POPOLAZIONI PRIMITIVE REGIMI ALIMENTARI PREVALENTEMENTE CARNEI:

Eschimesi 0,2-0,4%,

Norvegesi epoca medievale 1,3%,

Lapponi 6,7%.

—————————————————————————————————

A p. 174 nel suo libro “Nutrizione superiore” il dottor H. M. Shelton scrive:

“Tra tutti gli amidi consumati dall’uomo, i cereali ed i legumi sono i meno adattabili alle capacità digestive del suo organismo e sono i meno indicati a soddisfare i suoi bisogni nutritivi. I bambini alimentati con CEREALI E LEGUMI, svilupperanno DENTI DEBOLI e presto nella vita, saranno CLIENTI FISSI DEL DENTISTA.”

 

A p. 23 nel suo libro “La ZONA la nuova alimentazione BARRY SEARS scrive, che gli SCHELETRI delle MUMMIE EGIZIANE avevano i DENTI CARIATI. Gli EGIZIANI basavano la loro alimentazione sui CARBOIDRATI COMPLESSI. Al contrario tutti i popoli che vivevano (o che vivono ancora oggi) di caccia e raccolta, non avevano CARIE DENTALE.

——————————————————————————————————–

LUIGI CAPASSO, è nato nel 1954 a Montefalcone Valfortore (Benevento), si è laureato in medicina all’Università di Firenze con una tesi sull’origine e l’ evoluzione delle malattie reumatiche dell’uomo.

Dal 1980 al 1982 ha lavorato come Antropologo medico presso L’ ISTITUTO DI Antropologia dell’Università di Firenze, ha insegnato Paleopatologia nelle Università di Firenze e Napoli.

Dal gennaio 1983, è responsabile del servizio di Paleontologia dei laboratori di Paleobiologia del Museo Archeologico Nazionale dell’Abruzzo, e attuale TITOLARE del Corso di Paleopatologia nella facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli studi di Chieti.

E’ direttore scientifico del Journal of Paleopathology.

LUIGI CAPASSO

LUIGI CAPASSO 2