L’ anemia Perniciosa & la vitamina B12 – Dr.ssa Vivian Virginia Vetrano

 

Le bon guide de l’hygienisme N° 56 pag. 30

                            Dr.ssa Vivian Virginia Vetrano

Non potete guarire la vostra anemia perniciosa, dicono tutte le autorità mediche, perché il vostro stomaco non produce il fattore intrinseco necessario per l’ assorbimento della B12.

Tuttavia, finché prendete delle iniezioni di vitamina B12 non avrete da inquietarvi.

In poche parole vi si dice: non correggete lo stato del vostro stomaco, contate su questa stampella, perché ci sono miliardi di microrganismi che secernono questa vitamina per voi.

Recentemente, abbiamo ammesso nella nostra Casa una DONNA che soffre di ANEMIA PERNICIOSA. NE SOFFRIVA DA 6 ANNI e AVEVA PRESO LA VITAMINA B12 per 5 ANNI. Non aveva acido cloridrico del tutto e lo prendeva sotto forma di medicinali, dopo i quali prendeva degli enzimi. Sei anni fa, aveva dei DOLORI un GONFIORE delle ginocchia e dei piedi. Aveva avuto dei COAGULI NEI POLMONI MENTRE RICEVEVA LE INIEZIONI.

Prima di entrare nella nostra Istituzione, prendeva la vitamina B12 e delle iniezioni di ferro una volta al mese. MALGRADO LA TERAPIA MEDICA, aveva stanchezza estrema e altri malesseri prima di entrare nella nostra Istituzione. Quando ritornò a casa, si sentiva molto bene.

OLTRE ALL’ ANEMIA, soffriva di COLITE e di ACUFENI. Aveva anche un’infiammazione all’orecchio interno che si era aggravata a tal punto che il timpano era esploso. Manifestava anche dei sintomi di diverticolosi.

Sebbene avesse 74 ANNI e fosse in pessimo stato, si sentiva molto bene quando partì dopo un SOGGIORNO DI 8 SETTIMANE. Era abbastanza convinta, ma la più grande difficoltà era di cambiare le sue vecchie abitudini malsane. Difatti, aveva fretta di ritornare al suo vecchio menù.

SEBBENE AVESSE LASCIATO PREMATURAMENTE LA NOSTRA ISTITUZIONE, come è il caso di parecchi pazienti, mi aveva scritto dicendo che si sentiva molto bene e che era stupita della rapidità con la quale aveva ripreso forze e benessere. Prima di entrare nella nostra Istituzione, aveva sofferto di parecchie affezioni. Le cure che ricevette da noi l’ avevano messa sulla strada del ristabilimento dall’anemia, a l’ avevano alleviata di parecchie delle sue altre alterazioni.

E’ COMUNE NEGLI AMBIENTI IGIENISTI (da 60 anni) che parecchi casi di ANEMIA PERNICIOSA RADDOPPINO il numero dei loro GLOBULI ROSSI dopo UNA SOLA SETTIMANA DI DIGIUNO, senza prendere delle iniezioni di B12.

Generalmente, DURANTE le prime 2 SETTIMANE DI DIGIUNO, il numero di ERITROCITI continua a diminuire fintanto che gli organi che fabbricano il sangue non si rigenerano, poi poco a poco, l’ immagine microscopica comincia a mostrare degli eritrociti rotondi coi bordi regolari, senza irregolarità nè crenature e si vede presto un aumento del loro numero con la scomparsa graduale delle cellule avventizie presenti all’ inizio.

NON E’ RARO che si osservi un GUADAGNO durante le 2 SEGUENTI SETTIMANE, ciò che porta il totale a 5 milioni, dunque normale, sebbene questa cifra raggiunga in principio un milione o meno.

DOPO IL DIGIUNO questi soggetti sono NUTRITI correttamente con ALIMENTI ben combinati di ORIGINE VEGETALE (frutti e vegetali freschi, e noci diverse).

Quando si combinano correttamente gli alimenti, si aiuta meglio a digerire e ad assorbire tutti gli elementi nel menù.

Il Dr. WEGER dice:

I SOLI CASI di ANEMIA PERNICIOSA che NON HANNO REAGITO FAVOREVOLMENTE AI METODI IGIENISTI sono quelli in cui il MUSCOLO CARDIACO E’ DEGENERATO e in cui uno stato generale di IDROPISIA era esistito da molto tempo, accompagnato, come è spesso il caso, da MANIFESTAZIONI CEREBRALI o dalle MANIE e da un’ ITTERIZIA EMOLITICA GRAVE.

Questi sintomi avanzati indicano che l’ organismo ha superato lo stadio del recupero a causa della devitalizzazione nutrizionale.

Il Dr. WILLIAM HAY aveva riferito di 101 CASI di ANEMIA PERNICIOSA RISTABILITA, e solamente 8 di essi non si erano ristabiliti perché morenti all’arrivo da lui.

Non è raro per gli igienisti professionisti vedere altrettanti ristabilimenti, perchè la maggior parte delle anomalie del sangue si correggono durante il digiuno.

Nella Casa del Dr. TILDEN, il 75% dei casi si ristabilivano.

A proposito del 25% restante di decessi, dice: ” Le morti che rappresentano il 25% dei casi avevano avuto solamente alcuni giorni dopo la loro ammissione nella mia istituzione.

Questi casi erano troppo avanzati e non si poteva fare più niente per essi perchè erano morenti all’arrivo da noi “.

                                               EZIOLOGIA

Si suppone che l’ anemia perniciosa sia dovuta alla mancanza di un’ entità sconosciuta che non è stata ancora isolata, chiamata FATTORE INTRINSECO o EMOPOIETINA senza la quale la vitamina B12 non può essere assorbita.

CECIL e LOEB, due autorità mediche dicono questo:

“Sebbene la lesione essenziale dell’anemia perniciosa e l’ assenza del fattore intrinseco, possano provenire da parecchi processi che interferiscono nella funzione gastrica secretoria, nella maggior parte dei pazienti la lesione gastrica è sconosciuta”.

In altri termini, la causa della lesione gastrica è sconosciuta.

GUYTEN, un’ altra autorità medica, dice che il fattore intrinseco è secreto dalle ghiandole dello stomaco nella regione del piloro, e ad un grado inferiore nelle ghiandole gastriche.

BEST e TAYLOR DICONO IL CONTRARIO, vale a dire che sono il fondo e il corpo dello stomaco che secernono il fattore intrinseco e che la patologia caratteristica dell’anemia perniciosa lo prova, perché la regione del piloro è normale mentre il fondo e il corpo dello stomaco sono atrofizzati.

IL FATTORE INTRINSECO non è secreto dall’INTESTINO TENUE, sebbene certi pensino che venga secreto all’inizio del duodeno.

Si pensa che sia una MUCOPROTEINA o parecchie mucoproteine, e che il modo per il quale facilita l’ assorbimento della B12 è sconosciuto.

Si pensa che sia un’ ENZIMA che agisce al PH 7, e che i tessuti dello stomaco del maiale possono essere digeriti con l’ aiuto della tripsina e della pepsina, e che venga distrutto dal calore a 45°C.

Poiché il fattore intrinseco agisce solamente al PH 7, sembrerebbe che sia necessario solamente in una regione del tubo digestivo che è neutro o non utile all’uomo.

Ora siccome le secrezioni del tubo intestinale dell’uomo sono o acide o alcaline, dove sarebbe utile il fattore intrinseco?

E’ UNA SOSTANZA REALE O IL RISULTATO DI CATTIVA DIGESTIONE E ASSORBIMENTO?

Quando si toglie la maggior parte dello stomaco a causa di un’ ulcera gastrica o di un cancro, l’ anemia perniciosa si svilupperà in 2 o 7 anni.

Ciò è proprio dovuto all’ASSENZA DEL FATTORE INTRINSECO o ad una CATTIVA DIGESTIONE dovuta in generale ad una MANCANZA DI SECREZIONI?

———————————————————————————————–

La questione è di sapere se SI PUO’ OTTENERE DAI VEGETALI. LA MIA RISPOSTA è SI’.

Ne abbiamo bisogno in DOSI INFINITESIMALI e se il nostro menù comprende soprattutto dei FRUTTI FRESCHI, dei VEGETALI e delle NOCI DIVERSE, allo stato crudo si avrà abbastanza vitamina B12 per mantenere una buona salute durante la vita.

LA MAGGIOR PARTE DELLE FONTI DICONO che i prodotti vegetali non rilevano “attività misurabile” parlando di questa vitamina, chiamata cobalamina o cianocobalamina. Ma “NON ATTIVITA’ RILEVABILE” NON SIGNIFICA CHE NON CE NE SIA AFFATTO NEI VEGETALI.

 

BEST E TAYLOR dicono che: il fattore estrinseco (vitamina B12) è presente nel fegato, nella carne di bue, nelle bucce del riso, nel lievito e nelle altre sostanze ricche in questa vitamina B complessa.”

LA SI TROVA ANCHE nel CONTENUTO INTESTINALE delle PERSONE, e NEGLI ESCREMENTI dei PAZIENTI colpiti dall‘ANEMIA PERNICIOSA.

NON C’ E’ RAGIONE PER CREDERE che un MENU’ CARENTE DI QUESTA VITAMINA sia la CAUSA DELLA MALATTIA.

ALTRE AUTORITA’ condannano gli alimenti vegetali perché mancano di B12, ma non dicono mai che non c’ è vitamina B12 negli alimenti vegetali.

PENSO CHE SI NASCONDA LA VERITA’. L ‘ INDUSTRIA DELLA CARNE che avanza fondi per queste ultime ricerche, fa sì che i ricercatori minimizzino la quantità di questa vitamina B12 trovata nei vegetali e nelle noci diverse.

RITENGO CHE se non si trova nei FRUTTI e nei VEGETALI FRESCHI così come nelle NOCI DIVERSE e se i batteri non la fabbricano là dove l’ uomo può assorbirla, ALLORA NON SE NE HA BISOGNO.

La dieta che è adatta costituzionalmente dovrebbe fornire tutti i bisogni di una buona nutrizione.

Se non è presente nel menù e i batteri non la producono là dove può essere assorbita dall’uomo, allora possiamo pensare che la Natura deve aver fatto un grande errore.

“NOTATE che i VEGETALIANI in AMERICA che sono IGIENISTI sono in PERFETTA SALUTE”.

DAL PUNTO DI VISTA IGIENISTA, si pensa che LA TOSSIEMIA sostiene un ruolo importante nella produzione dell’ANEMIA PERNICIOSA.

LA TOSSIEMIA stessa causa una diminuzione funzionale, non solo delle ghiandole secretorie dello stomaco, ma di ogni organo del corpo, ivi compresi quelli che costruiscono il sangue.

L’abbassamento funzionale del sistema gastro-intestinale disturba la digestione, causando una fermentazione e una putrefazione.

Questo, a sua volta, disturba l’ assorbimento dei nutrienti necessari alla produzione del sangue e causa anche l’ assorbimento dei prodotti tossici dell’indigestione, cosa che produce ancor più TOSSIEMIA, che a sua volta, abbassa il funzionamento e causa di conseguenza una digestione più debole e un potere diminuito per formare del sangue.

 

2 thoughts on “L’ anemia Perniciosa & la vitamina B12 – Dr.ssa Vivian Virginia Vetrano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.