Le ulcere

Le bon guide de l’hygienisme N° 60 pag. 24

Tratto da:

                            Dr. Shelton’ s Hygienic Review, N° 3 – vol 24

                                               LE ULCERE

L’ ULCERA PEPTICA, che sia localizzata nell’esofago, stomaco o duodeno, rappresenta il punto finale di una catena di cause e di effetti che cominciano anni prima nella vita del paziente.

Primariamente, il paziente vive in modo da produrre L’ ENERVAZIONE. Questa enervazione inibisce le secrezioni così che c’ è un accumulo di METABOLITI NEL SANGUE, nella LINFA, nei TESSUTI.

Questi METABOLITI sono il PRODOTTO FINALE delle ATTIVITA’ CELLULARI. Con questo accumulo, il fardello tossico diventa abbastanza elevato da minacciare l’ esistenza.

Allora si stabilisce un’ ELIMINAZIONE VICARIANTE o COMPENSATORIA attraverso un canale di escrezione per liberare il corpo da questo fardello tossico.

Nella maggior parte dei casi, una parte della mucosa sarà requisita per compiere il compito compensatore.

Si svilupperà allora un’influenza, una bronchite, una diarrea o una gastrite acuta.

Queste crisi acute si ripeteranno parecchie volte prima che i catarri diventino cronici.

Se si verificano crisi ripetute di gastrite acuta, la tappa successiva nell’evoluzione della patologia è lo sviluppo della gastrite cronica, – dei catarri cronici nello stomaco.

A questo stadio, avremo le seguenti tappe nel processo di evoluzione, cioè:

-ENERVAZIONE

-INTOSSICAZIONE (TOSSIEMIA)

-IRRITAZIONE

-INFIAMMAZIONE

La gastrite sarà palliata con i medicinali e sarà aggravata da un’ alimentazione malsana.

Dopo un certo tempo i tessuti sottomucosi saranno implicati.

LA TAPPA SUCCESSIVA nell’evoluzione è quella dell’INDURIMENTO. Questo indurimento RIDUCE l’approvvigionamento di SANGUE verso la PARTE AFFETTA e i TESSUTI SI DISGREGANO.

LA TAPPA SUCCESSIVA nell’evoluzione è L’ ULCERA.

Essa evolve talvolta in una TAPPA FINALE, IL CANCRO.

La DISGREGAZIONE DEI TESSUTI nell’ULCERA è dovuta all’INSUFFICIENZA NUTRITIVA o alla MANCANZA DI OSSIGENO, o entrambi, in seguito all’IPERTROFIA (INDURIMENTO) determinata da una INFIAMMAZIONE PROLUNGATA.

Si può enunciare qui l’ assioma che in generale l’ IPERTROFIA è dovuta alla SOVRALIMENTAZIONE.

In quanto alla sovralimentazione locale, è dovuta all’IPEREMIA CRONICA (eccesso di sangue).

L’ ULCERA CALLOSA che si vede sulle gambe somiglia un po’ all’ulcera stomacale che risulta dall’indurimento

LE ULCERE ovunque siano localizzate sembrano provocate sempre dalla MORTE DEI TESSUTI per una MANCANZA NUTRITIVA prodotta dall’INDURIMENTO.

LE CAUSE

Il tabacco, l’ alcol, il tè, il caffè, lo zucchero, l’ eccesso di farinacei, i pasti abbondanti e tutte le abitudini di enervazione dello spirito e del corpo concorrono a produrre l’ ULCERA PEPTICA.

NON ACCETTO l’ idea che queste ULCERE siano il RISULTATO della DIGESTIONE delle PARETI dello STOMACO o del DUODENO da parte del SUCCO GASTRICO.

Difatti, questo processo digestivo NON ENTRA IN CAUSA nella formazione delle ULCERE del naso, della gola, del colon, della vescica, della cistifellea, dell’utero, della vagina, ecc.

L’ IPERACIDITA’ GASTRICA è un SINTOMO, NON una CAUSA.

E’ un SINTOMO COESISTENTE CON L’ ULCERA.

LA DISGREGAZIONE DEI TESSUTI delle pareti gastriche e intestinali è dovuta all’ANEMIA ed all’ANORESSIA che proviene dall’INDURIMENTO.

E’ dovuta anche al fatto che i TESSUTI sono MALNUTRITI dagli alimenti malsani.

Quando non si ha alcuna attività digestiva, L’ ULCERA SI CICATRIZZA.

LE ULCERE

_____________________________________________________________________________

 

 

 

 

2 thoughts on “Le ulcere

  1. I like the helpful info you provide in your posts. I will bookmark your blog and check again here frequently. I’m quite sure I’ll learn many new stuff right here! Good luck for the next!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.