I Microbi – Dr. H. M. Shelton

Le bon guide de l’hygienisme n°54 p. 19

                                                     I MICROBI

                                               Dr. H. M. SHELTON

Nel suo libro Infection and Resistance (a pag. 5-6), il Dr. HANS ZINSSER (New York City 17 novembre 1878 – New York City 4 settembre 1940), ad Harvard una delle più note autorità nel campo della batteriologia e della sierologia, dice:

UNA VERA INFEZIONE, vale a dire L’ INVASIONE di una specie da parte di individui di un’ altra specie e la capacità di quest’ultima di moltiplicarsi e di funzionare nei complessi cellulari della cellula precedente (invasa), tale infezione è un processo che NON CORRISPONDE AI PIANI ORDINARI DELLA NATURA.

In effetti, JOHANN CHRISTIAN REIL (20 febbraio 1759, Rhauderfehn – 22 novembre 1813) ha indicato che una MASSA DI UOVA DI RANE non può essere invasa finché sono VIVENTI, sebbene le acque nei dintorni brulichino di batteri di ogni tipo.

Ma APPENA una tale massa SMETTE DI VIVERE, diventa immediatamente la PREDA DELL’ INFEZIONE BATTERICA.

La stessa situazione è illustrata dalla rapidità con la quale I BATTERI INTESTINALI INVADONO IL CORPO DOPO LA MORTE, mentre durante la vita restano confinati nell’ambito degli intestini, o al massimo, possono entrare nella circolazione portale per essere distrutti dal fegato”.

Il fatto che i batteri non possano penetrare nei tessuti sani dimostra che essi non possono essere la causa scatenante delle malattie.

Il Signor e la Sig.ra Rogers vogliono sapere come i batteri intestinali si moltiplicano nel corpo dopo la morte. Come vanno dagli intestini al cuore, per esempio, o verso il fegato ed i reni? Come raggiungono il cervello? Sottolineando che dopo la morte, non c’ è sangue né circolazione linfatica per trasportarli. Allora, come possono diffondersi ad una tale velocità ed in così grande numero?

Nel mio libro LIFE, ITS PHILOSOPHY AND LAWS, pubblicato nel 1928, mi immagino una gazzella perfettamente sana nella foresta, mai malata un giorno nella sua vita e piena di vigore e di energia. Poi le si spara una pallottola e la gazzella cade morta. Importa poco dove cade, nel giro di alcune ore solamente, essa diventa una massa di carne in putrefazione il cui odore è insopportabile. I suoi tessuti contengono milioni di batteri che erano incapaci di”attaccare” (decomporre), gli stessi tessuti finché erano in vita.

Da dove sono venuti?

Dagli intestini?

Allora come sono arrivati nei punti lontani del corpo?

Attraverso l’ aria?

Allora come sono penetrati attraverso la pelle dell’animale ed in tutte le parti del suo corpo?

Non ho visto risposte a queste domande nei manuali moderni di batteriologia.

Gli autori del libro THE MEDICAL MISCHIEF cercano di rispondere dicendo:

I batteri si sono manifestati in tutti i tessuti, perché il nucleo di ogni cellula, che effettua le sue funzioni per decomporre le sue proprie formazioni cellulari era diventato un batterio.

I lavori di ANTOINE BECHAMP l’ hanno dimostrato.

I lavori di Bèchamp hanno attirato l’attenzione, ed il Dr. ANDREW GOUR, nel suo piccolo libro sul cancro cita i lavori dei ricercatori attuali per confermare le teorie di Bèchamp. (Shelton)

_____________________________________________________________________________

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.