La cachessia fatale

 

                Le bon guide de l’hygienisme N° 26 pag. 25-26 di Albert Mossèri

                      Tratto da VOL. 7 – HYGIENIC SYSTEM – Dr. H. M. Shelton

LA CACHESSIA FATALE

La cachessia è un avvelenamento settico cronico di lento sviluppo. (E’ caratterizzato da una magrezza estrema). – A. M.)

E’ un LENTO ASSORBIMENTO SETTICO che COLPISCE le GHIANDOLE LINFATICHE ALL’ INIZIO, IL SANGUE POI.

QUANDO un TUMORE MUORE per mancanza di nutrizione, soffocato a morte dalla sua stessa crescita, si decompone ed avvelena il corpo.

LA CACHESSIA è LA LINFAGITE CRONICA SETTICEMICA.

Quando i TESSUTI sono PRIVATI DI OSSIGENO, degenerano e vanno in NECROSI. Un veleno viene generato che, se assorbito, produce un avvelenamento settico generale. Se l’ avvelenamento è abbastanza pronunciato o continua parecchio tempo, si conclude con la morte. LA MORTE DEL TESSUTO sopraggiunge QUANDO l’ AGGRAVAMENTO (indurimento) IMPEDISCE LA CIRCOLAZIONE SANGUIGNA e BLOCCA L’ APPORTO DI OSSIGENO. E’ L’ ULCERA se non il CANCRO.

Il Dr. JOHN TILDEN disse:

L’ ULCERA è una DEGENERAZIONE ATTIVA dovuta all’APOPLESSIA delle CELLULE, mentre IL CANCRO è una DEGENERAZIONE PASSIVA che proviene dall’ASFISSIA delle CELLULE.

L’ ULCERA può essere paragonata al CANCRO nel senso che la prima è la forma acuta, mentre il cancro è la forma passiva. Le due forme possono esistere insieme. I patologi potrebbero vedere questa PARENTELA se abbandonassero una sola volta la cattiva abitudine di individualizzare le cosiddette malattie e ricercassero le cause specifiche”.

I TUMORI, a seguito della loro costituzione lenta hanno le loro strutture che si alterano più facilmente del tessuto normale una volta che la loro NUTRIZIONE è FERMATA o il loro DRENAGGIO IMPEDITO. Allora, subiranno la DECOMPOSIZIONE e la SETTICEMIA si svilupperà.

Difatti, i cambiamenti di degenerazione che si producono nei diversi tipi di tumori benigni o maligni, non differiscono dalle alterazioni che si producono nei tessuti normali quando l’ approvvigionamento sanguigno diminuisce o quando l’ ULCERA e la CACHESSIA si sono sviluppate.

Ma a causa del carattere imperfetto della loro circolazione capillare dell’approvvigionamento insufficiente di sangue e della trombosi che proviene di solito dalla pressione o dalla stasi, I TUMORI SONO PIU’ SOGGETTI all’EMORRAGIA e ad una DEGENERAZIONE susseguente, RISPETTO AL TESSUTO NORMALE.

L’ emorragia, e i vari tipi di degenerazione iniziano spesso con una degenerazione adiposa delle cellule che può arrivare fino alla calcificazione ed anche alla formazione di osso, portando infine alla necrosi ed alla cancrena, risultato dal fatto che il tumore è spinto al di là dei limiti di sicurezza. E ciò è compiuto dall’azione continua delle cause originarie.

Quando un TUMORE è RACCHIUSO in una FORTE CAPSULA RESISTENTE, può diventare così DENSO che anche le ARTERIE CAPILLARI sono COMPLETAMENTE OSTRUITE. Allora la decomposizione si produce ed avvelena il sangue in una SETTICEMIA CRONICA che termina con una CACHESSIA FATALE.

Quando l’ avvelenamento del sistema si insedia così, il cambiamento si chiama “CANCRO”. La malignità è una SETTICEMIA AUTOGENA (endogena) che si apre un passaggio attraverso i muri che la racchiudono.

Il CANCRO RIMANE “BENIGNO” FINCHE‘ l’ irritazione, l’ infiammazione e l’ indurimento non causino l’ ASFISSIA DEL TESSUTO. Poi, la DECOMPOSIZIONE e la CACHESSIA distruggono il malato.

 

IL PRONOSTICO SECONDO IL GONFIORE DEI GANGLI

Secondo il Dr. JOHN TILDEN:

Se l’IPERTROFIA delle GHIANDOLE LINFATICHE non è palpabile al tocco delle dita del chirurgo, allora la LINEA MORTALE dell’AVVELENAMENTO SETTICO non è ancora stata superata. In questo momento delle CURE IGIENISTE adeguate possono restaurare la salute.”

Più avanti dice:

Appena il cancro ha infettato il sistema ghiandolare, tutti i cosiddetti rimedi sono senza valore.

E per tutto il tempo in cui le ghiandole linfatiche non vengono colpite, si può dubitare che la crescita sia veramente un cancro.

Una VERRUCA, si dice, diventa talvolta maligna. Ora, prima che la DECOMPOSIZIONE o che la SETTICEMIA si sia sviluppata, tutti i pretesi CANCRI reagiscono favorevolmente alle CURE IGIENISTE.

Questo non è inserito nel repertorio della medicina!

Difatti, LA TORIA DELL’ EVOLUZIONE PROGRESSIVA, o DELL’ UNITA’ DI TUTTE le cosiddette “MALATTIE”, non è entrata nella filosofia della medicina”.

QUANDO LE GHIANDOLE LINFATICHE SI SONO INGROSSATE e la CACHESSIA è AVANZATA, IL MALATO E’ CONDANNATO”.

 

LA CHIRURGIA dopo che la cachessia è avanzata, E’ IL COLMO DELLA FOLLIA. Non può fare niente altro che aumentare la sofferenza e accorciare la vita”.

 

NOTA di ALBERT MOSSERI

MA PRIMA CHE L’ ESTREMA MAGREZZA SI PRESENTI, forse è utile TOGLIERE IL CANCRO affinché non avveleni l’ intero corpo. IL MARCATO GONFIORE DEI GANGLI ed un INIZIO DI DIMAGRIMENTO sono I DUE SEGNI per AUTORIZZARE L’ OPERAZIONE. Allo stesso tempo, bisogna disintossicare il corpo con un digiuno ed un regime sanoPRIMA DI QUESTI DUE SEGNI, NON SI E’ MAI  SICURI CHE SIA UN CANCRO, ed un’operazione intempestiva precipiterà lo sviluppo del cancro che, diversamente, non si sarebbe forse mai sviluppato. Dunque, niente precipitazione. LA TEORIA MEDICA che l’ OPERAZIONE è PREVENTIVA è FALSA. Il bisturi provoca un trauma da cui il corpo malato non si rimette.

 

 

 

One thought on “La cachessia fatale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.