50 studi sulla pericolosità dei vaccini – Alessio Di Benedetto

alessio di benedetto ha appena postato un aggiornamento sulla petizione “ALLA CORTE COSTITUZIONALE ITALIANA: FIRMA CONTRO OBBLIGATORIETA’ DEI VACCINI – PREVISTA DAL DISEGNO DI LEGGE 2679 DEL PD

50 STUDI SULLA PERICOLOSITA’ DEI VACCINI

18 GIU 2017 — http://www.informasalus.it/it/articoli/vaccini-sicuri-studi-trump.php (fonte)
La Commissione per la sicurezza dei vaccini “si è dimenticata” di inviare a Trump
50 studi presentati dall’AAP (American Academy of Pediatrics) “che provano i danni e la pericolosità dei vaccini. Lo studio completo è disponibile cliccando sul titolo di ciascuno studio (e qui c’è un pdf con tutti gli studi insieme http://vaccinesafetycommission.org/pdfs/50-Studies.pdf).

Spero che apprezziate la lettura di questi studi provenienti da tutto il mondo, e spero che stimoleranno in voi il pensiero che continua a ronzarmi in testa: “Chi non vorrebbe vaccini più sicuri?”

1. SCIENZIATI DI YALE SCOPRONO FORTE ASSOCIAZIONE FRA VACCINAZIONI E ANORESSIA, DISTURBO OSSESSIVO COMPULSIVO (DOC) E DISTURBI D’ANSIA
Questa analisi pilota epidemiologica implica che l’insorgenza di alcuni disturbi neuropsichiatrici può essere associata temporalmente a precedenti vaccinazioni in un sottogruppo di soggetti.”

2. SCIENZIATI ITALIANI SCOPRONO CONTAMINANTI NON PREVISTI IN TUTTI I VACCINI PEDIATRICI, FRA I QUALI PIOMBO, ACCIAIO INOX, TUNGSTENO, FERRO, E CROMO
Nuove indagini per il Controllo-Qualità sui vaccini: Micro- e Nanocontaminazione
International Journal of Vaccines and Vaccination, Gennaio 2017, Dr. Antonietta M. Gatti, Stefano Montanari.

Sintesi: “Gli scienziati hanno trovato in tutti i vaccini dei contaminanti che non sono elencati sulla etichetta dei vaccini stessi. Le analisi condotte mostrano che in tutti i campioni controllati i vaccini contengono corpi estranei non biocompatibili e bio-persistenti che non sono dichiarati dai produttori, contro i quali il corpo in ogni caso reagisce. Queste nuove indagini costituiscono un novo controllo di qualità che può essere adottato per verificare la sicurezza dei vaccini. La nostra ipotesi è che questa contaminazione sia non intenzionale e probabilmente dovuta a componenti inquinate o a procedure di processi industriali (ad es. filtrazioni) impiegate per produrre i vaccini, non indagate e non rilevate dai produttori. Se la nostra ipotesi fosse confermata, un attento controllo dei luoghi di lavoro e la conoscenza approfondita dell’intera procedura di preparazione del vaccino probabilmente consentirebbe di eliminare il problema.”

3. SCIENZIATI ITALIANI E ISRAELIANI SEGNALANO CHE GLI ADIUVANTI VACCINALI (ALLUMINIO) STANNO CAUSANDO UN’AMPIA GAMMA DI MALATTIE AUTOIMMUNI, FRA CUI LA SINDROME DI SJOGREN
Sindrome autoimmune/infiammatoria indotta da adiuvanti e
sindrome di Sjogren
MAJ VOL 18, March-April 2016,
Serena Colafrancesco, Carlo Perricone, Yehuda Shoenfeld

Sintesi: “Numerose relazioni sui casi hanno suggerito che sia i vaccini che il silicone possono scatenare lo sviluppo di SS [sindrome di Sjogren, una malattia infiammatoria autoimmune cronica sistemica che colpisce le ghiandole esocrine]. L’alluminio è uno dei principali adiuvanti utilizzati nella formulazione del vaccino e potrebbe essere responsabile dello sviluppo della sindrome ASIA. Sembra che la sua capacità di agire come adiuvante sia associata alla prova che i sali di alluminio possono indurre sia l’attivazione delle cellule dendritiche e dei componenti del complemento che incrementare il livello di secrezione di chemochine nel sito di iniezione…altri vaccini fra i quali l’antitubercolare BCG (Bacillo di Calmette e Guérin), l’antiepatite A/B e l’anti-HPV dovrebbero essere evitati o presi in considerazione solo in pazienti selezionati…Esistono prove sufficienti a prospettare la possibilità di autoimmunità innescata dal vaccino.”

4. BAMBINI CHE RICEVONO VACCINI MULTIPLI IN UNA VOLTA SOLA HANNO TASSI DI OSPEDALIZZAZIONE E DI MORTALITÀ MOLTO PIÙ ELEVATI DEI BAMBINI CHE RICEVONO MENO VACCINI SIMULTANEAMENTE
Combinare vaccini pediatrici in una sola seduta non è sicuro
Journal of American Physicians and Surgeons, Estate 2016, Neil Z. Miller

Sintesi: “Il nostro studio ha dimostrato che i bambini che ricevono vaccini polivalenti contemporaneamente, come raccomandato dai CDC, hanno tassi significativamente maggiori di ricovero ospedaliero o di decesso se confrontati con bambini che ricevono un numero inferiore di vaccini simultaneamente. Ha anche dimostrato che gli eventi avversi avevano più probabilità di condurre a ricovero o morte nei bambini più piccoli. La sicurezza del programma di vaccinazioni pediatriche previsto dai CDC non è mai stato valutato da studi clinici.
I vaccini vengono somministrati a milioni di bambini ogni anno, tuttavia le autorità sanitarie non hanno dati scientifici provenienti da studi di tossicità sinergica su tutte le combinazioni di vaccini che i bambini ricevono. Le campagne di vaccinazione nazionali devono essere supportate da prove scientifiche.”

5. SCIENZIATI ISRAELIANI, CANADESI E COLOMBIANI DIMOSTRANO CHE IL VACCINO GARDASIL SCATENA INFIAMMAZIONE CEREBRALE E AUTOIMMUNITÀ NEI TOPI
Anomalie comportamentali nei topi femmina in seguito a somministrazione di adiuvanti a base di
alluminio e del vaccino Gardasil contro il papillomavirus umano (HPV) 
Immunol Res, July 2016, Rotem Inbar, Ronen Weiss, Lucija Tomljenovic, Maria-Teresa Arango, Yael Deri, Christopher A, Shaw, Joab Chapman, Miri Blank, Yehuda Shoenfeld

Sintesi: “Gli adiuvanti vaccinali possono indurre manifestazioni autoimmuni e infiammatorie in soggetti sensibili. A tutt’oggi la maggior parte dei trial di vaccini per uso umano utilizzano adiuvanti a base di alluminio (Al) come placebo nonostante le numerose evidenze dimostrino che l’alluminio nelle dosi presenti nei vaccini è tossico sia per gli umani che per gli animali … Sembra che il Gardasil attraverso il suo adiuvante a base di alluminio e gli antigeni dell’HPV abbia la capacità di innescare reazioni neuroinfiammatorie ed autoimmuni, provocando ulteriori cambiamenti comportamentali… Alla luce di queste scoperte, questo studio sottolinea la necessità di procedere con cautela rispetto ad ulteriori pratiche di immunizzazione di massa con un vaccino la cui efficacia a lungo termine nella prevenzione del cancro cervicale non è stata ancora dimostrata.”

Leggete gli altri 45 studi su: GreenMedInfo.com

https://www.youtube.com/watch?v=eBLgOe2p4o4RAGAZZE DANNEGGIATE DAL VACCINO HPV