Crisi di disintossicazione

Ci sono opinioni controversie circa la necessità di crisi nel recupero delle malattie croniche. Alcune autorità sostengono che il recupero completo della condizione di cronicità può verificarsi solo attraverso le crisi.

Il dott. TRALL scrive nell’enciclopedia Idropatica, volume II° pag. 62: “è appurato che MOLTI CASI di MALATTIA CRONICA sono CURATI SENZA nessun tipo di CRISI; è anche vero, secondo me, che alcuni casi sono completamente incurabili senza provocare una crisi, e io sono fermamente convinto che in molti casi le CRISI non sono necessarie se non addirittura dannose quando il TRATTAMENTO ECCESSIVO E POCO GIUDIZIOSO”

Il dott. TILDEN faceva parte di coloro i quali dicevano, mentre le crisi sono molto comuni durante il processo di guarigione da condizioni croniche, non sono assolutamente essenziali per ogni causa di guarigione.

SECONDO L’ AUTORE (Shelton) LE CRISI SONO SPESSO FORZATE DA UN TRATTAMENTO DURO.

In quelle istituzioni dove sembra prevalere l’idea che più il corpo è torturato più velocemente guarisce, non è strano per un paziente con poca resistenza essere sottoposto per un lungo periodo o molto spesso a bagni freddi. Oppure i pazienti sono obbligati a stare al sole ardente, fino a quando i loro corpi vengono bruciati dalla testa ai piedi. (altri ingozzati di cibo sano, adatto alla nostra specie, succhi di frutta e di verdure, ecc. – nota di Stefano Torcellan).

Queste cure possono portare facilmente ad una crisi.

INOLTRE io sono convinto che UN DIGIUNO PROLUNGATO PUO’ SOSTITUIRE LA CRISI, sebbene so che spesso, durante questi digiuni, le crisi sono frequenti”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.