Il primo colpito di ogni epidemia – Stefano Torcellan

                                                           

Stefano Torcellan

IL PRIMO COLPITO di ogni EPIDEMIA, è la PROVA MATEMATICA che le malattie non sono trasmesse da una persona all’altra attraverso microrganismi e virus contagiosi.

Se IL PRIMO COLPITO non ha “preso” la malattia dal colpito numero zero visto che il colpito numero zero non esiste, è logico e matematicamente certo che neanche il secondo colpito ha “preso” la malattia dal primo colpito, ecc.

Sapendo che IL PRIMO COLPITO di un’epidemia non ha certamente “preso” la malattia dal colpito numero zero, come si fa a pensare e/o credere che il secondo colpito possa aver “preso” la malattia dal primo colpito?

La MATEMATICA NON E’ UN’ OPINIONE.

Nel suo libro “Assistenza Igienica ai Bambini”, il Dr. H. M. Shelton scrive:

p. 306

Provate a chiudere per un attimo gli occhi, e tornate con la mente al tempo in cui si viveva nel paradiso terrestre, quando il primo uomo e la prima donna, iniziarono a popolare la terra. COME CI SI SPIEGA allora IL PRIMO CASO DI MORBILLO? Prima di ADAMO questa malattia non esisteva, e non si poteva certo contrarla da un altro essere umano! Come fece questa PRIMA VITTIMA a rimanere contagiato? O, se preferite, come fece la malattia a contagiarlo?

p. 305

I MIEI BAMBINI furono RIPETUTAMENTE A CONTATTO CON ALTRI AFFETTI dalle COSIDDETTE MALATTIE INFETTIVE, con alcuni di questi essi CONDIVIDEVANO persino il SONNO, EPPURE non hanno MAI CONTRATTO ALCUNA MALATTIA.”

Il Dr. Arthur M. Baker (medico, autore dell’articolo “Svelato il Mito del Contagio”) scrive: “Se individui sani riescono a conservare la loro salute anche nel bel mezzo di “malattie epidemiche”, risulta evidente che la teoria del contagio è sbagliata“.

Il “CONTAGIO”, tuttavia, è uno dei MITI della MEDICINA, poiché le SCORIE TOSSICHE NON POSSONO ESSERE TRASMESSE DA UN CORPO all’ALTRO ATTRAVERSO il NORMALE CONTATTO. LE MALATTIE CONTAGIOSE sono un’INVENZIONE, poiché NESSUNO PUO’ PASSARE AD ALTRI la PROPRIA MALATTIA, NON PIU’ DI QUANTO POSSA TRASMETTERE la PROPRIA SALUTE.”

Il Dr. Giuseppe De Pace, chirurgo ortopedico ospedaliero che lavora all’ospedale Monaldi di Napoli, scrive:

Cambiando dentro sono cambiato fuori, HO MODIFICATO COMPLETAMENTE LA MIA ALIMENTAZIONE (eliminando la carne e gran parte delle proteine animali, immettendo sostanze essenziali e non raffinate, combinando bene gli alimenti). Ho sempre sofferto di INFLUENZA e RAFFREDDORI FREQUENTI specie nella stagione invernale, e mi è stato sempre obiettato che ero un soggetto linfatico” perché nato pre-termine e quindi non avevo sviluppato bene il sistema immunitario! OGGI io NON SOFFRO PIU’ di RAFFREDDORE o INFLUENZA, anche stando a contatto con soggetti influenzati, io NON PRENDO PIU’ NIENTE (…ma allora LA TEORIA SUI GERMI di PASTEUR forse NON E’ MOLTO ESATTA!!) e mi sento pieno di energia e vitalità”.

 

Il Dr. H. M. Shelton scrive:

Le COSIDDETTE MALATTIE INFETTIVE sono in realtà degli sforzi del corpo per rigettare determinati tipi di tossine, veleni, ecc., per ripulirsi. Le MALATTIE di CARATTERE ERUTTIVO rappresentano il potere di eliminazione del nostro corpo attraverso la pelle.

 

VALENTINO, il figlio di mio cugino Franco, che abita dietro la casa dei miei genitori a Burano, E’ NATO CON LA VARICELLA all’ospedale di Venezia. A Burano, NON C’ERA NEANCHE UN CASO di VARICELLA prima che Valentino nascesse, e non c’erano casi di varicella NEANCHE all’OSPEDALE di Venezia dove è nato. I medici non hanno saputo dire a mio cugino Franco e a sua moglie qual è stata la causa della varicella di Valentino. VALENTINO, non ha “contagiato” nessuno all’ospedale di Venezia e nemmeno a Burano.

GIANPAOLO, che abita in un appartamento al quinto piano della palazzina dove abito io, era a letto da tre settimane con la VARICELLA, ormai sembrava guarito, quando ad un certo punto, il suo corpo ha iniziato un altro processo di disintossicazione, la SCARLATTINA. DA CHI L’HA PRESA? E’ chiaro, DA NESSUNO,…. dimostrando così, la TEORIA DEL PRIMO COLPITO. Nessun bambino, o adulto, che viveva nella mia palazzina è stato contagiato da GianPaolo o dai suoi genitori “che si portavano a presso i virus del figlio”.

A p. 312 nel suo libro Assistenza Igienica ai Bambini”, il Dr. H. M. Shelton scrive: “Nel suo libro Gli alimenti del bambino” il Dr. Harry Clements ci racconta una storia che fece il giro di tutti i giornali inglesi. Essa racconta di un caso di TUBERCOLOSI curato grazie all’insorgere della VARICELLA. I medici inglesi spiegarono, che i GERMI della VARICELLA avevano DISTRUTTO QUELLI della TUBERCOLOSI e che dalla BATTAGLIA TRA I DUE GERMI il paziente ne aveva ricevuto giovamento. Esiste un grosso pericolo: “L’ ESSERE SCIENTIFICAMENTE IGNORANTI PER UN ECCESSO DI SCIENZA.”

SARA, mia nipote, figlia di mia sorella, ha avuto la ROSOLIA senza che ci fosse un altro caso di rosolia nel suo paese e nella sua scuola. Anche in questo caso, SARA NON HA SCATENATO UN’ EPIDEMIA, nemmeno a casa sua. Infatti mio papà, che in quel periodo faceva da babysitter a mia nipote Sara, non si è ammalato di rosolia nonostante non l’avesse mai avuta, e non si sono ammalati di rosolia neanche mia sorella, suo marito, e Luca (fratello di Sara), che non l’avevano mai avuta.

SERENELLA KOPSCH (luglio 2017) scrive: “Mia figlia è stata la PRIMA COLPITA di VARICELLA ad aprile, nessun caso segnalato. La prima mia figlia. Facciamo homeschooling quindi siamo sempre in giro ed in contatto con grandi e piccoli, ma nessuno si è mai ammalato, né prima né dopo….”

PERCHE’, CASI SPORADICI DI MALATTIE, NON SI TRAMUTANO IN EPIDEMIE ?

 

A p. 35 nel suo libro L’ ORIGINE DELLE MALATTIE”, LUIGI CAPASSO, famoso paleopatologo, antropologo medico, scrive: 

p. 35

“Nel 1875 nell’ISOLA di STROMO (arcipelago delle Faraoer) la SCARLATTINA assente da 57 anni, COLPI’ SOLTANTO IL 38% della popolazione. I soggetti sopra i sessant’anni furono colpiti raramente.”

Dopo 57 anni che la varicella era assente nell’isola di Stromo, da chi ha preso la varicella il PRIMO COLPITO di quel 38% di isolani che si sono ammalati di varicella?

Chiaramente da nessuno!

Albert Szent-György ha scritto: LA SCOPERTA consiste nel vedere ciò che tutti hanno visto e nel pensare ciò che nessuno ha pensato”.

———————————————————————————————————

Dal 1986, alla facoltà di medicina, non si insegna più FISIOLOGIA e ANATOMIA COMPARATE, chiaramente perché lo studio di queste due importantissime e fondamentali materie mette in pericolo il PRESUPPOSTO BASE della MEDICINA UFFICIALE, ovvero L’ ONNIVORISMO dell’UOMO, che elimina dalle cause di malattia, la causa più importante in assoluto, ovvero GLI ALIMENTI INADATTI alla NOSTRA SPECIE, favorendo così  la TEORIA dei GERMI di PASTEUR, che fa guadagnare alla MAFIA della SANITA’ più soldi di ogni altra falsa teoria medica.

All’UOMO ONNIVORO, la medicina ufficiale ha diagnosticato circa 38000 MALATTIE.

ONNIVORISMO dell’uomo & TEORIA ESOGENA dei GERMI di Louis Pasteur (FARMACISTA)

FRUGIVORISMO dell’uomo & TEORIA ENDOGENA della TOSSIEMIA del dottor John H. Tilden (MEDICO)

Perché credere ad un FARMACISTA e non ad un MEDICO?


LOUIS PASTEUR(1822-1895)sosteneva la teoria del MONOMORFISMO(mono= uno e morph= forma) ogni microbo ha una sola forma.

I microbi provengono da fuori del nostro corpo.

LA MORFOLOGIA del MICROBO DETERMINA il TIPO di MALATTIA. Microbi specifici causano malattie specifiche.

 

ANTOINE BECHAMP (1816-1908)sosteneva la teoria del PLEOMORFISMO(pleo = molti e morph = forma,), un microbo può assumere qualunque forma, spora, batterio, bacillo, lievito, fungo, muffa, ecc., e modificare la propria funzione, a seconda dell’ambiente in cui vive.

I microbi provengono dai microzimi presenti all’interno di ogni cellula del nostro corpo.

IL TIPO di MALATTIA DETERMINA la MORFOLOGIA del MICROBO e NON VICEVERSA. Non esistono microbi specifici che causano malattie specifiche.

MONOMORFISMO & TEORIA ESOGENA dei GERMI di Louis Pasteur (FARMACISTA)

PLEOMORFISMO & TEORIA ENDOGENA dei MICROZIMI di Antoine Bechamp (MICROBIOLOGO PADRE dell’ENZIMOLOGIA)

Perché credere ad un FARMACISTA invece che ad uno SCIENZIATO MICROBIOLOGO PADRE dell’ENZIMOLOGIA?

 

ESOGENA ed ENDOGENA SONO DUE TEORIE DIAMETRALMENTE OPPOSTE, INCONCILIABILI comeil bianco ed il nero, il giorno e la notte, il fuoco e l’acqua.

 

UNA ESCLUDE L’ ALTRA.

 

Una è la teoria di ESCULAPIO, di Louis Pasteure della MEDICINA UFFICIALE (esogena).

 

L’ altra è la teoria di IGEA, e dell’IGIENE NATURALE (endogena).

 

QUALE TEORIA E’ VERA?

UNA SOLA, L’ ALTRA E’ FALSA: NON ESISTONO DUE VERITA’.

Il fatto stesso che le “verità” risultanti dalle cosiddette ricerche scientifiche ufficializzate, cambiano con il passare del tempo, fa capire a tutti quelli che hanno un minimo di BUONSENSOe INTELLIGENZARAZIONALE-LOGICO-MATEMATICA,che queste COSIDDETTE “VERITA” SCIENTIFICHE, SONO in realtà delle FALSITA’, visto cheLE VERITA’ ETERNE NON CAMBIANO CON IL PASSARE DEL TEMPO.

Per dimostrare le sue falsità, la medicina ufficiale si avvale sempre diSTATISTICHE TRUCCATE da DILETTANTI, che mostrano SOLO NUMERI (FALSI) e NON CAUSE.

Quindi come si fa a credere alle stupidaggini scritte nei libri della medicina ufficiale cosiddetta scientifica?……

BISOGNA AVERE FEDE, COME PER TUTTE LE ALTRE RELIGIONI.

1)

ESCULAPIO, il dio greco della medicina

= MEDICINA UFFICIALE

= ONNIVORISMO

= TEORIA ESOGENA dei GERMI

= FARMACI e VACCINI

= INTOSSICAZIONE del CORPO

= MALATTIA IATROGENA

= SPESE per i MALATI

= GUADAGNI MILIARDARI per le CASE FARMACEUTICHE e per l’INDUSTRIA ALIMENTARE

= AUMENTO del POTERE della MAFIA della SANITA’.

2)

IGEA,la dea della salute degli antichi ateniesi

= IGIENE NATURALE

= FRUTTARISMO

= TEORIA ENDOGENA dei MICROZIMI e della TOSSIEMIA

= DIGIUNO e DIETA FRUTTARIANA

= DISINTOSSICAZIONE del CORPO

= SALUTE

= NESSUNA SPESA per i MALATI

= FALLIMENTO delle CASE FARMACEUTICHE e dell’INDUSTRIA ALIMENTARE

= SCOMPARSA della MAFIA della SANITA’.