Disbiosi o Simbiosi? – Stefano Torcellan

                                            visione ortopatica o igienistica

Stefano Torcellan

“Quale meraviglioso panorama si aprirebbe davanti ai nostri occhi – disse il   Dr. GEORGE S. WEGER  – se potessimo basare le nostre ricerche future sulla teoria secondo la quale gli ORGANISMI PATOGENI sono innanzitutto degli AMICI, NON dei NEMICI.”

Un medico scrive, le cause della DISBIOSI  sono:

“alimentazione poco equilibrata, poche fibre, troppi carboidrati

raffinati, troppe proteine animali, coloranti, conservanti, pesticidi, estrogeni antibiotici, metalli pesanti (piombo, cadmio, mercurio), sulfamidici, corticosteroidi, pillola anticoncezionale, lassativi.

In sintesi DISBIOSI = errate abitudini alimentari, cattiva qualità dei

cibi, abuso di farmaci soprattutto antibiotici.

NONOSTANTE QUESTO BEL QUADRETTO, i medici hanno il coraggio di dare la colpa ai batteri anaerobi “disbiotici” dei problemi che ne derivano.

Il problema principale della DISBIOSI  secondo i medici, è la tossicità

che deriva dalle cosiddette TOSSINE BATTERICHE(ammoniaca, indolo, fenolo, cadaverina, putrescina ecc.), che derivano dal metabolismo delle popolazioni batteriche classificate da loro come dannose, ovvero i BATTERI ANAEROBI.

LE TOSSINE BATTERICHE o i METABOLITI TOSSICI  che derivano dal metabolismo dei BATTERI ANAEROBI, SONO in REALTA’  il  sottoprodotto della decomposizione, disintegrazione o trasformazione tissutale dei materiali indesiderabili trasformati dai batteri anaerobi,  piuttosto che  un veleno virulento proveniente dalla loro malignità.

LE TOSSINE BATTERICHE, sono prodotti dell’attività batterica, le loro caratteristiche vengono determinate dalle ABITUDINI ALIMENTARI del paziente.

Detto questo, è chiaro che, se come dice VALDO VACCARO, i  BATTERI ANAEROBI sono quelli che provengono dalle PROTEINE ANIMALI, il sottoprodotto della loro attività è più tossico per il nostro corpo di quello dei BATTERI SAPROFITI che provengono dalle  PROTEINE VEGETALI.

Questo però significa soltanto che le PROTEINE ANIMALI sono PIU’ TOSSICHE di quelle VEGETALI.

Il  Dr. H. M. SHELTON  scrive:

“I batteri mangiano le cellule morte (non le cellule vive e sane) e le tossine e passano la materia digerita nella circolazione sanguigna per dare modo al corpo di eliminarle attraverso i reni.”

ANTOINE BECHAMP ha scritto:

i batteri si moltiplicano per neutralizzare l’eccessiva quantità di tossine, cambiando la loro forma e la loro funzione. I batteri sono sempre presenti per l’esigenza dell’ambiente, essi vivono in armonia con il corpo, in una relazione simbiotica o mutuamente benefica.”

“L’ECCESSIVO SVILUPPO” dei BATTERI è in relazione con “l’ECCESSIVO SVILUPPO” delle TOSSINE,perché i batteri sono sempre tanti quante sono le tossine o materiali indesiderabili da trasformare.

PIU’ TOSSINE CI SONO, PIU’ BATTERI CI DEVONO ESSERE.

Bisogna ricordare che senza i batteri il nostro corpo non potrebbe eliminare i materiali indesiderabili.

Quello che bisogna capire quindi è che se c’è un AUMENTO di BATTERIperché c’è un AUMENTO di TOSSINE, non si può dare la colpa ai batteri dei problemi che ne derivano.

Le MALATTIE,quindi, sono causate da un ACCUMULO di TOSSINE, che oltrepassa il limite di tolleranza dell’organismo, ovvero dallaTOSSIEMIA.

I batteri cambiano di quantità, di qualità (tipologia, forma) e di funzione, quando cambia la quantità e la qualità, (tipologia), delle TOSSINE da trasformare, così da poter far fronte alla nuova situazione, per dare al corpo la possibilità di disintossicarsi.

Il fatto che sono i BATTERI ANAEROBI  che trasformano i materiali indesiderabili provenienti dalle  PROTEINE ANIMALI,  è perché solo loro lo possono fare, visto che nascono dalle proteine animali.

I BATTERI ANAEROBIaumentano di numero, perché aumentano di numero i materiali indesiderabili provenienti dalle PROTEINE ANIMALI.

I BATTERI ANAEROBI e i BATTERI AEROBI, non fanno altro che trasformare i loro rispettivi materiali indesiderabili per dare al corpo la possibilità di eliminarli.

Il Dr. H. M. SHELTON   scrive:  “I BATTERI cambiano forma secondo le necessità e i diktat dell’ambiente. I BATTERI assumono forma e caratteristiche secondo la chimica del loro ambiente naturale. I BATTERI provengono, tutti da una sola unità e si modificano secondo il nutrimento, la temperatura, ecc.”

 

ROYAL RAYMOND RIFE   ha confermato che attraverso un processo chiamato PLEOMORFISMO(Pleo = molti & Morph = forma) (DIAMETRALMENTE OPPOSTO al MONOMORFISMO di PASTEUR)   I batteri possono cambiare i lieviti, da lieviti e funghi, funghi e muffe. I MICRORGANISMI,   come un batterio specifico, possono assumere più forme. Questo può essere un CAMBIAMENTO di FUNZIONI di FORMA.

I cosiddetti BATTERI SPECIFICI,   RIMANGONO SPECIFICI   solamente finché il loro APPROVVIGIONAMENTO NUTRITIVO rimane SPECIFICO.

Il  Dr. ROSENOW era riuscito a provocare la trasformazione dello   STREPTOCOCCO nel PNEUMOCOCCO e  viceversa, solo cambiando la sua alimentazione.

Il   Dr. REINMANN   ha provato che, il MICROCOCCUS TETRAGENUS, per 4 anni si era trasformato in 15 FORME DISTINTE, quando si era CAMBIATO la sua ALIMENTAZIONE.

Il   Prof ADAMI,   forse il più grande patologo del suo tempo, nel 1918 scrisse che, “ tutti batteri possono cambiare forma in base all’ambiente in cui si trovano.”

I microrganismi come un batterio specifico, possono assumere più forme. Questo può essere un cambiamento di funzioni o di forma.

Quindi, NON C’E’ alcuna DIFFERENZA tra BATTERI ANAEROBI o   BATTERI AEROBI, perché fanno lo stesso lavoro utile al corpo.

Non dimentichiamo che TUTTI I MICRORGANISMI  provengono dalla stessa unità: il  MICROZIMA.

Il  Dr. H. M. SHELTON  scrive:  Bisogna capire che, c’è UN UNITA’ FONDAMENTALE DELLA VITA BATTERICA.   TUTTI I BATTERI sono i figli di una sola unità (microzima, endobionte o somatide), che vengono mandati nei loro rispettivi campi di attività a cambiare forma secondo la necessità e i diktat dell’ambiente naturale e quando la loro missione speciale è compiuta, assumono la loro individualità (microzima, endobionte o somatide), risalendo successivamente per la stessa strada che avevano preso nella prima fase della loro azione.

ALBERT MOSSERI  scrive:  “I batteri, dopo aver trasformato le tossine, hanno raggiunto il loro scopo e si ritirano.”

ANTOINE BECHAMP, GUNTHER ENDERLEIN e GASTON NAESSENS  hanno scritto: “Il BATTERIO, compiuta l’opera di decomposizione, TORNAalla sua forma iniziale di MICROZIMA(endobionte o somatide) e RIENTRA nel TERRENO dove è componente primario O TORNA nella NATURA dove lo si ritrova dopo milioni di anni.”

Bisogna ricordare, che SENZA I BATTERI ANAEROBI il nostro corpo  non potrebbe eliminare i più pericolosi materiali indesiderabili provenienti dalle PROTEINE ANIMALI.

Detto questo, è chiaro che i BATTERI ANAEROBI PUTREFATTIVI DISBIOTICI sono in realtà dei batteri che vivono in armonia con il corpo in una RELAZIONE SIMBIOTICA o MUTUAMENTE BENEFICA, come sosteneva ANTOINE BECHAMP.

I batteri, aerobi e anaerobi, non sono colpevoli dei fastidi, dolori, ecc. che accompagnano ogni crisi di eliminazione, ovvero le cosiddette malattie.

Insomma, se i medici dicono DISBIOSI, la verità è SIMBIOSI.

NON SI PUO’ DIRE quindi, che la   DISBIOSI   è un ribaltamento gravissimo dell’equilibrio batterico in zona colon, come ha scritto VALDO VACCARO  nel suo articolo “Helicobacter, Riflussi Gastrici e Pilorotomia.

La DISBIOSI, ovvero “l’eccessivo” sviluppo della flora batterica anaerobica rispetto a quella aerobica saprofita, in realtà è un ADATTAMENTO FUNZIONALE della FLORA BATTERICA, ovvero IL GIUSTO e INDISPENSABILE “RIBALTAMENTO” dell’EQUILIBRIO BATTERICO in ZONA COLON, CHE VA INCONTRO all’ESIGENZA dell’AMBIENTE.